Tunisia, continua la protesta popolare contro il presidente Saied

frame
frame Diritti d'autore frame
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Manifestazioni e cortei nella capitale per protestare contro la deriva autoritaria del capo dello Stato

PUBBLICITÀ

Continua in Tunisia la protesta di ampi settori della società contro il presidente Kais Saied.

Diverse migliaia di persone - cinquemila secondo la polizia, ottomila secondo gli organizzatori - si sono raccolte nel centro della capitale rispondendo all'appello dei partiti dell'opposizione, primo fra tutti l'islamista Ennahdha.

Il capo dello Stato è accusato di stare attuando nel paese una svolta autoritaria e illiberale, e nella sostanza di stare imponendo un colpo di stato.

Dopo la sospensione del parlamento, lo scioglimento dell'esecutivo - nonostante l'incarico a una donna di formare il nuovo governo - e la collocazione della magistratura sotto il suo controllo, il presidente governa per decreti e promette per il futuro un ritorno alla normalità.

Tuttavia non sono pochi i tunisini a dirsi convinti che le misure introdotte da Saied, sebbene liberticide e antidemocratiche, siano destinate a durare a lungo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I flussi migratori nell'agenda del ministro Di Maio a Tunisi

Inondazioni in Russia, proteste dei cittadini a Orsk: chiesto un risarcimento per i danni

Brennero, agricoltori italiani alla frontiera con l'Austria, Coldiretti: "difendere made in Italy"