Richieste sussidi Covid con false attestazioni, 107 denunce

Altri due in manette, uno di loro è legato alla donna
Altri due in manette, uno di loro è legato alla donna
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GIOIA TAURO, 17 SET - I carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, nell'ambito di un'operazione denominata "Easy Voucher", hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Palmi 107 cittadini, 94 italiani e 13 stranieri, con l'accusa di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico e tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Il reato contestato ai denunciati fa riferimento a richieste non spettanti di sussidi economici legati al Covid per fare fronte ai disagi economici che ne sono conseguiti. "Le indagini - riferisce una nota stampa dei carabinieri - hanno permesso di appurare, attraverso un'attenta attività di analisi documentale in relazione a 410 istanze presentate e degli allegati stati certificativi, in riscontro anche ad un esame incrociato tra le verifiche sul territorio e gli accertamenti info-investigativi, numerose irregolarità nelle procedure di attestazione e l'assenza del possesso dei requisiti previsti. Diverse sono state le irregolarità emerse dagli accertamenti effettuati sui soggetti che avevano richiesto il sussidio. Si é trattato, in particolare, di difformità sull'indicazione della reale residenza o dei componenti il nucleo familiare". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fonti vicine a Navalny: "Trattative per uno scambio di detenuti" poco prima della morte

Le notizie del giorno | 26 febbraio - Serale

Nato: Ungheria ratifica la richiesta d'adesione della Svezia. Budapest era l'ultimo ostacolo