ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit: il Regno Unito rinvia l'introduzione dei controlli doganali su alcune merci

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Tir in coda nel porto di Dover, Inghilterra, 10 dicembre 2020
Tir in coda nel porto di Dover, Inghilterra, 10 dicembre 2020   -   Diritti d'autore  JUSTIN TALLIS/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Regno ha rinviato al 2022 l'applicazione di una serie di controlli doganali su prodotti alimentari e agricoli in arrivo dall'Unione europea. Lo ha annunciato questo martedì il governo britannico. A causare il ritardo i disagi causati dalla pandemia. I nuovi controlli saranno implementati gradualmente a partire da gennaio.

"La pandemia ha avuto impatti più duraturi sulle imprese di quanto molti osservatori si aspettassero a marzo, sia nel Regno Unito che nell'Unione europea - ha detto il ministro britannico David Frost -. Ci sono anche pressioni sulle catene approvvigionamento globali, causate da una serie di fattori come l'aumento dei costi del trasporto merci. Queste pressioni si fanno sentire soprattutto nel settore agroalimentare".

L'annuncio del governo è arrivato in un momento in cui il Regno Unito deve fare i conti con la carenza di alcuni prodotti nei negozi e nei supermercati. Per molte grandi aziende la causa principale dei ritardi è la mancanza di camionisti per il trasporto merci. I rivenditori non nascondono le loro preoccupazioni in vista del periodo natalizio.

Bruxelles ha implementato controlli completi sulle merci britanniche dall'inizio di quest'anno. Nel Regno Unito sarebbero dovuti entrare in vigore a partire dal primo ottobre. Secondo Frost il rinvio, deciso unilateralmente dal Londra, permetterà alle aziende di prepararsi meglio all'introduzione dei nuovi controlli.