ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Regno Unito a corto di benzina. Mancano autisti di mezzi pesanti

Access to the comments Commenti
Di redazione italiana
euronews_icons_loading
Regno Unito a corto di benzina. Mancano autisti di mezzi pesanti
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Stazioni di servizio chiuse e carburante razionato. La drastica carenza di autisti di mezzi pesanti nel Regno Unito dopo la Brexit - ne mancano centomila secondo le stime della categoria - ha colpito anche i benzinai, costretti a rimanere chiusi per mancanza di rifornimenti. Il Paese rischia di andare incontro a quello che i media locali, prendendo in prestito la celebre citazione del Riccardo III di Shakespeare, hanno già ribattezzato l’inverno del malcontento.

Non manca solo la benzina, ma anche il cibo, afferma Rod McKenzie (Road Haulage Association):

"Ci sono questioni di principio politiche in gioco, però bisogna anche assicurare che i cittadini britannici ricevano il loro cibo e il loro carburante; nel contesto politico della Brexit mi sembra che sia un boccone che il governo debba mandare giù, accettando il fatto che a breve termineavremo certamente bisogno di autisti stranieri per aiutarci".

Dal canto suo il segretario di Stato britannico per i Trasporti Grant Shapps ha confermato l’impegno del governo a rivedere al più presto le politiche di immigrazione. Il governo potrebbe concedere visti d'ingresso e permessi di lavoro temporanei a cittadini Ue.

"Nel corso degli anni ci siamo trovati ad accettare una situazione in cui lavoratori a basso costo, spesso dell’Est Europa, sono entrati nel nostro mercato stravolgendolo e allontanando dal business molti autisti di mezzi pesanti - ha dichiarato Shapps -. Bisogna dunque stare attenti a non esacerbare questi problemi in futuro. Nel breve termine esamineremo le varie opzioni sul tavolo, ci stiamo già impegnando in modo proattivo".