ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Texas: aborto vietato, anche se la donna ancora non sa di essere incinta

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi Agenzie:  AP, ANSA
euronews_icons_loading
Un attivista pro aborto tiene un cartello con la scritta "Il mio corpo. La mia scelta" durante una manifestazione fuori dalla Corte Suprema a Washington, 20/03/18
Un attivista pro aborto tiene un cartello con la scritta "Il mio corpo. La mia scelta" durante una manifestazione fuori dalla Corte Suprema a Washington, 20/03/18   -   Diritti d'autore  Andrew Harnik/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

In Texas non si può più abortire, o quasi. È entrata in vigore ormai nello Stato americano la tanto temuta legge che vieta la maggior parte degli aborti. Una volta rilevata l'attività cardiaca embrionale - quando questo è di circa sei settimane e quando molte donne non sanno ancora di essere incinte - non si può più interrompere la gravidanza, neanche se è frutto di stupro o incesto.

La Corte Suprema non ha accolto l'appello e non si è ancora pronunciata sulla petizione d'emergenza per fermare la legge, presentata da ospedali e attivisti.

Immediata la reazione degli altri Stati, come potete vedere nei tweet seguenti:

Biden: "È apertamente incostituzionale"

Il presidente Joe Biden ha condannato fermamente la legge che "viola palesemente il diritto costituzionale, stabilito dalla storica sentenza 'Roe v Wade' della Corte Suprema del 1973" ha detto, promettendo che la sua amministrazione farà di tutto per proteggere e difendere il diritto all'aborto.

"Questa non è la prima minaccia alla sentenza che abbiamo visto in uno Stato", ha dichiarato martedì Jen Psaki, portavoce della Casa Bianca, durante la conferenza stampa quotidiana. "È una minaccia estrema. Vorrei inoltre far notare che vengono offerti fino a 10.000 dollari a coloro che denunciano qualcuno che sta per abortire".

Una legge che potenzialmente può punire tutti

Sì perché la legge - nota come "Heartbeat Act" e firmata dal governatore repubblicano Greg Abbott a maggio - permette a chiunque di denunciare chi pratica l'aborto. Questo significa, che potrebbero essere intentate cause anche contro chi accompagna una donna a un appuntamento per un aborto (paradossalmente anche il tassista) o contro gli operatori sanitari.

Quella dell'interruzione della gravidanza è stata a lungo una delle questioni sociali più controverse degli Stati Uniti. A livello nazionale, però, più della metà degli americani crede che dovrebbe essere legale in tutti o nella maggior parte dei casi. Nel conservatore Texas, però, la pensano diversamente.