ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tunisia, tutti attendono le mosse del presidente Saied: "Nuovo governo o golpe?"

Access to the comments Commenti
Di Anelise Borges
euronews_icons_loading
Tunisia, tutti attendono le mosse del presidente Saied: "Nuovo governo o golpe?"
Diritti d'autore  Slim Abid/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Non scema la tensione in Tunisia dopo il colpo di mano del presidente Kais Saied, che lo scorso 25 luglio ha sospeso per un mese i lavori del Parlamento e destituito il primo ministro Mechichi.

Saied ha motivato la decisione con la necesssità di porre fine a uno stallo politico durato mesi e di affrontare il nodo corruzione che getta un'ombra sull'establishment tunisino

L'inviata di Euronews, Anelise Borges, fa il punto della situazione.

"Il presidente Kais Saied ha fatto visita mercoledì sera al nuovo ministro dell'interno per dimostrare di avere la situazione sotto controllo, in Tunisia, trasmettendo un messaggio di rispetto della Costituzione e di tuteladello stato di diritto - quasi due settimane dopo aver licenziato il primo ministro e rivendicato il potere esecutivo.

Questa settimana l'UGTT tunisino - il più potente organo sindacale del paese - ha esortato Kais Saied a formare un nuovo governo il più presto possibile. Ritardarlo, secondo l'Unione, creerebbe un vuoto politico nel Paese e 'renderebbe difficile l'uscita dall'attuale crisi sociale ed economica'.

I tunisini sono in gran parte sollevati dalla decisione del presidente di licenziare parte dell'élite politica che ritengono inadatta o non disposta a governare questo paese. Ma ci sono preoccupazioni sul fatto che Saied possa effettivamente tener fede ai piani per dare vita a un nuovo esecutivo. Per adesso, però, la maggior parte dei tunisini vi dirà i cittadini possono contare solo su se stessi per plasmare e salvaguardare la loro democrazia".