ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Paesi Bassi, la pista della droga nell'inchiesta sull'agguato al giornalista De Vries

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Paesi Bassi, la pista della droga nell'inchiesta sull'agguato al giornalista De Vries
Diritti d'autore  Peter Dejong/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Palinsesti e programmi cancellati.
Ad Amsterdam chiude momentaneamente gli studi RTL Boulevard - l'emittente televisiva del giornalista di nera Peter R(udolf) De Vries, raggiunto da cinque colpi di pistola e che ora versa in gravi condizioni all'ospedale. Uno stop motivato dalle minacce ricevute.

La zona, scena dell'agguato al cronista, è tappezzata di fiori e messaggi di sostegno.
In piazza Dam, nel centro della città, qualcuno ha deposto 4.000 rose bianche e un messaggio di accusa: "È un attacco alla libertà di stampa?", si legge nel biglietto. La risposta è no, "si tratta di un attacco al ruolo di consigliere nel processo Marengo".

De Vries era intervenuto in qualità di consulente nel procedimento in corso contro i presunti membri di un cartello criminale marocchino-olandese, ritenuto responsabile di una serie di omicidi nei Paesi Bassi tra il 2015 e il 2019.
Una criminalità di nuova generazione che opera tra Paesi Bassi e Belgio.
I suoi affiliati hanno meno di 40 anni, sono nati nei Paesi Bassi da famiglie originarie del Marocco o di ex-colonie olandesi e sono particolarmente attivi nel mercato della cocaina.

Nel tweet: "#Paesi Bassi: mentre continuano le indagini su mandanti e movente dietro l'agguato a colpi di pistola contro il giornalista di cronaca nera Peter R. de Vries e i possibili legami con il processo penale di Marengo, due sospetti dovrebbero comparire in tribunale per affrontare le accuse di tentato omicidio".

Nove omicidi e diciassette imputati nel processo Marengo, e ora un giornalista tra la vita e la morte. La connessione col sottobosco criminale della città è una delle piste più battute nelle indagini per l'agguato nei confronti di Peter R. De Vries.