G20 Venezia: stop traffico laguna con 'grandi' vicino hotel

. G20 Venezia: prima protesta, sit-it 'Extinction Rebellion'
. G20 Venezia: prima protesta, sit-it 'Extinction Rebellion'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 08 LUG - Ad ogni partenza o arrivo dei "grandi" del G20 economia di Venezia, principalmente negli hotel che si affacciano sul Canal Grande, sarà temporaneamente bloccato l'accesso a ogni tipo di transito. Il dispositivo di sicurezza per il G20 parla chiaro: azzerare i rischi. E così, come è accaduto già ieri mattina quando tra le 8.00 e le 10.00 si era formato un "cordone" di barche ferme tra l'Accademia e Ca' Rezzonico, anche oggi la scena potrà ripetersi. L'obiettivo è quello di fare in modo che nessuno possa avvicinare le barche dei ministri delle finanze e delle delegazioni. Non sono mancate le proteste, in particolare da parte dei tassisti lagunari, che avevano più volte ricevuto rassicurazioni sul fronte lavoro. In casi eccezionali il Canal Grande sarà bloccato dalle forze dell'ordine. Intanto si è registrata la prima protesta: è quella messa in scena a pochi passi dall'Arsenale dagli Extinction Rebellion, un gruppo radicale di attivisti nato in Inghilterra,, che si sono seduti pacificamente a pochi metri dai "grandi della terra. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"L'Europa che vogliamo": ecco il progetto del Pd per le elezioni di giugno

Israele risponde così agli inviti alla moderazione: "Colpiremo l'Iran al momento giusto"

Le notizie del giorno | 16 aprile - Mattino