ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il pugilato guarda al futuro senza più scandali. Nuovi regolamenti per l'AIBA

Di Andrew Robini  & Debora Gandini
euronews_icons_loading
Il pugilato guarda al futuro senza più scandali. Nuovi regolamenti per l'AIBA
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo anni di turbolenze finanziarie, l'AIBA ovvero l'International Boxing Association, che è una federazione mondiale di pugilato, cerca di voltare pagina, pagando tutti i suoi debiti e mettendo in atto una serie di riforme radicali per dare nuova linfa alla società.

Dopo aver saldato 10 milioni di dollari in sospeso all’azienda azera Benkos, ora l’attuale presidente Umar Kremlev, eletto a dicembre, ha promesso di ridare prestigio e solidità economica a uno dei massimi organi del pugilato, travolto da guai giudiziari. “Quello che è importante per l'Associazione è affrontare tutti i problemi e lasciare alle spalle il passato, ha dichiarato Kremlev. Dobbiamo stilare l’elenco di nomi di coloro che sono stati giudicati corrotti, un modo per assicurarci che le persone coinvolte negli scandali non facciano più parte della boxe in futuro.”

Durante la conferenza stampa a Losanna, Umar Kremlev si è detto fiducioso sulla possibilità che l'International Boxing Association faccia di nuovo parte della famiglia olimpica dopo i Giochi di Tokyo. È stata commissionata un'indagine indipendente sulle accuse di corruzione in passato, in particolare intorno al torneo di boxe dei Giochi Olimpici di Rio 2016.

“Dobbiamo stilare l’elenco di nomi di coloro che sono stati giudicati corrotti un modo per assicurarci che le persone coinvolte negli scandali non facciano più parte della boxe in futuro.”
Umar Kremlev
Presidente AIBA

Inoltre saranno introdotti nuovi sistemi e processi per combattere il giudizio corrotto, le partite truccate e altre forme di manipolazione. Anche grazie all’aiuto di vari ex campioni di pugilato, come Roy Jones Jr scippato dell’oro alle Olimpiadi del 1988.

“Quello che è successo a me a Seoul non voglio che si ripeta mai più. Non deve più accadere. L'avidità causa ingiustizia - ha sottolineato Roy Jones. Quando ho visto che c’era l'opportunità di fare qualcosa per migliorare lo sport che ho sempre amato, cercando di puntare sul giusto riconoscimento, non ho potuto dire di no.”

Nuove regole e nuova linfa

E' stato lanciato anche stato lanciato il Programma di sostegno finanziario AIBA per fornire risorse di sviluppo e attrezzature per il lavoro delle sue NF e Confederazioni. AIBA distribuirà annualmente 2 milioni di dollari per NFs. Inoltre, l'attrezzatura per la boxe sarà fornita ai paesi per un totale di 2.5 milioni di dollari.

La liquidazione del prestito segna l'adempimento della promessa elettorale del presidente dell'AIBA Umar Kremlev di riportare la Federazione internazionale alla stabilità finanziaria. È accompagnato da un round di finanziamento allo sviluppo da 7 milioni di dollari che vedrà concedere sovvenzioni alle Federazioni Nazionali (NF) e alle Confederazioni continentali.

“Il processo di ricostruzione dell'AIBA è ancora in corso. Il presidente ha chiarito quali sono le sue intenzioni: trasparenza, integrità e correttezza arbitrale sono i principali obiettivi che l’organismo si è prefissato. Per affrontare il proprio passato e guardare al futuro a testa alta.