EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Venezia: ripartono le crociere... e le proteste di chi non vuole più le grandi navi in laguna

Venezia: ripartono le crociere... e le proteste di chi non vuole più le grandi navi in laguna
Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews Agenzie:  ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Con il decreto legge dell'1 aprile, non potrebbero più passare in laguna. Ma finché non sarà trovata un'alternativa in mare, è stata accordata una deroga

PUBBLICITÀ

Dopo 17 mesi, una nave da crociera è tornata a solcare la laguna di Venezia. Sabato è stato il giorno della ripartenza, dopo la pausa imposta dalla pandemia, con la Msc Orchestra che ha preso il largo. Una ripartenza che significa però anche il ritorno delle proteste, con il movimento "No Grandi Navi" che ha chiesto ancora una volta a gran voce lo stop

"Questa volta il governo è stato davvero bravissimo", spiega un rappresentante del movimento "No Grandi Navi". "È riuscito a ingannare tutti, facendo credere al mondo di aver vietato le navi da crociera a Venezia, davanti a piazza San Marco, nel canale della Giudecca e invece siamo qua oggi per dimostrare che non è vero."

Con il decreto legge del primo aprile, vengono estromesse definitivamente le grandi navi dalla laguna. Ma, finché non verrà trovata una soluzione in mare, viene concesso loro eccezionalmente il passaggio via San Marco e sul Canale della Giudecca. 

Dai fischi, agli applausi. A manifestare non c'era solo chi è contro il passaggio delle crociere nella Serenissima. C'erano infatti anche operatori e lavoratori marittimi, favorevoli invece alla crocieristica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezia, la battaglia degli attivisti contro le onde prodotte dalle imbarcazioni a motore

Venezia: parte il ticket da 5 euro, chi paga e chi no

Verona: troppe carezze al seno di Giulietta, statua danneggiata