This content is not available in your region

Oulu è Capitale europea della cultura 2026. Ha vinto la sostenibilità sociale ed economica

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Oulu è Capitale europea della cultura 2026. Ha vinto la sostenibilità sociale ed economica
Diritti d'autore  YLE/EBU (Videostandbild)

Alla fine l’ha spuntata Oulu. Sarà questa città finlandese la Capitale della Cultura europea 2026. Con un progetto innovativo, ha sbaragliato le altre due località concorrenti Savonlinna e Tàmpere.

Il verdetto è arrivato tra la gioia della comunità e delle autorità locali già pronte a mettersi al lavoro. A impressionare la giuria l’idea incentrata sul concetto dell'arte partecipativa un approccio in cui il pubblico è coinvolto direttamente nel processo creativo, consentendo loro di diventare co-autori, editori e osservatori del lavoro.

Piia Rantala-Korhonen, Direttrice del Dipartimento degli Affari Internazionali ha fatto notare che dopo la pandemia è estremamente importante collaborare tutti insieme. “Abbiamo pensato a progetti nuovi e interessanti come ad esempio fare della cultura un veicolo di unione nella nostra vita quotidiana.”

Oulu, sede della Nokia, e città della Finlandia settentrionale, con i suoi 200.000 abitanti, è una zona in forte crescita economica. Tre i temi che Oulu ha scelto per la sua presentazione: sostenibilità sociale e culturale, economica ed ecologica. Con un focus sul coinvolgimento della popolazione locale. La seconda Capitale europea della cultura 2026 arriverà invece dalla rosa di città candidate della Slovacchia.