EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Mamme sono compagne ma per Stato figli non sono fratelli

Coppia omosessuale chiede il riconoscimento del legame familiare
Coppia omosessuale chiede il riconoscimento del legame familiare
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 07 OTT - Una causa è stata avviata nel Tribunale di Verona da due donne, unite civilmente, perchè venga riconosciuto il legame di 'fratellanza' che unisce i loro bambini. Ciascuna delle due ha dato alla luce un maschietto con il seme di un donatore anonimo e poi ha avviato la stepchild adoption. Attualmente per lo Stato, pur avendo le stesse mamme, i bimbi non sono ritenuti parenti. Le due,, 34 e 35 anni, si sono unite con rito civile nel febbraio del 2018; già nel gennaio del 2017 però era nato il primo figlio, adottato legalmente dalla compagna. E' stata poi quest'ultima nel 2018 a mettere al mondo il secondo maschietto e stavolta è stata la partner ad avviare la causa di adozione. La sentenza del tribunale dei minori di Venezia è attesa in queste settimane. Oltre al riconoscimento del piccolo, la coppia ha chiesto che venga sancito il "vincolo di fratellanza" tra i due bambini. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 16 luglio - Pomeridiane

Elezioni presidenziali Usa: Biden conferma di essere in corsa, "sono vecchio ma lucido"

Spagna campione d'Europa: la Nazionale accolta a Madrid dalla famiglia reale e dalla folla in festa