EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Badante infedele, indagata anche per distruzione cadavere

Già accusata circonvenzione incapace e sottrazione 700 mila euro
Già accusata circonvenzione incapace e sottrazione 700 mila euro
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORDENONE, 25 SET - Una badante infedele, già indagata per circonvenzione di incapace e auto-riciclaggio, dopo aver sottratto 700 mila euro alla sua assistita, è stata ora indagata anche per distruzione di cadavere. E per favoreggiamento risultano indagati anche il rappresentante di una ditta di pompe funebri e il direttore di un ufficio postale. Si tratta degli sviluppi delle indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Pordenone nei confronti dell'assistente familiare di una donna novantunenne (deceduta a fine 2017) e del figlio disabile, entrambi affetti da varie patologie mediche e psicologicamente fragili, ai quali, secondo le Fiamme Gialle, dopo aver guadagnato la fiducia e la familiarità, ha sottratto l'enorme cifra di denaro. La badante con i soldi ha acquistato gioielli, un'auto, ha sottoscritto titoli e polizze assicurative. Gli ulteriori dubbi delle Fiamme Gialle sono sorti quando l'attività investigativa ha cercato di chiarire le reali cause della morte della 91enne: il giorno del decesso, avvenuto alla sola presenza della badante, quest'ultima non aveva avvisato alcun familiare, provvedendo autonomamente a disporre, nel giro di poche ore, la cremazione, e così precludendo la possibilità di svolgere esami autoptici sulla salma. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 24 giugno - Serale

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"

Regno Unito, la crisi degli alloggi pesa sulle elezioni politiche del 4 luglio