EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Israele, rinvenuti in una grotta manoscritti risalenti a duemila anni fa

Israele, rinvenuti in una grotta manoscritti risalenti a duemila anni fa
Diritti d'autore Sebastian Scheiner/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Sebastian Scheiner/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli archeologi annunciano il ritrovamento di decine di frammenti di manoscritti, i primi a essere scovati negli ultimi 60 anni

PUBBLICITÀ

Innumerevoli frammenti di rotoli biblici risalenti a duemila anni fa sono stati rinvenuti in una grotta nel deserto della Giudea.

A renderlo noto è l'Autorità israeliana per le antichità, secondo la quale i manoscritti sono i primi ad essere ritrovati negli ultimi 60 anni.

L'importante scoperta è la prima dai tempi del ritrovamento dei Rotoli del Mar Morto.

Heidi Levine/Heidi Levine
AP PhotoHeidi Levine/Heidi Levine

"In questo caso specifico - dice Joe Uziel, responsabile di Israel Antiquities Authority - notiamo che non è esattamente quanto leggiamo oggi nel testo ebraico: ci sono lievi cambiamenti, ma è anche un po' diverso da altre traduzioni di questi libri, provenienti da altri luoghi.

Ciò è sintomatico dello sviluppo di quello che chiamiamo la canonizzazione del testo biblico".

Gli archeologi israeliani ritengono che i frammenti di pergamena siano stati nascosti durante una rivolta ebraica contro Roma nella cosiddetta "grotta dell'orrore", in cui furono rinvenuti 40 scheletri umani durante gli scavi negli anni '60.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: in Israele ripartono le attività economiche, aperti bar e ristoranti

Archeologia: un lupo azteco a città del Messico

Alta tensione tra Israele e Houthi: morti e feriti a Hodeida, abbattuto un missile dallo Yemen