ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Myanmar, Onu: "Almeno 18 vittime, una violenza inaccettabile". Aung San Suu Kyi a processo

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - AP
euronews_icons_loading
Myanmar, Onu: "Almeno 18 vittime, una violenza inaccettabile". Aung San Suu Kyi a processo
Diritti d'autore  STR/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Le Nazioni Unite condannano fermamente le violenze in Myanmar.
Secondo le informazioni - giudicate credibili - in possesso dell'Onu, almeno 18 persone sono state uccise e altre 30 ferite (e oltre 1000 arresti) dopo che le forze di sicurezza birmane, domenica, hanno aperto il fuoco sui manifestanti che protestano da un mese per il golpe militare.

La giornata più sanguinosa

Si tratta del più alto numero di vittime, in un solo sanguinoso giorno, tra i cittadini che chiedono a gran voce che il governo eletto di Aung San Suu Kyi ritorni a guidare il paese, dopo il colpo di stato del 1° febbraio.

Gli spari sono stati segnalati all'inizio delle proteste, domenica mattina a Yangon, mentre la polizia ha sparato anche gas lacrimogeni e cannoni ad acqua nel tentativo di sgomberare le strade. Foto di bossoli di munizioni vere usate con fucili d'assalto sono state pubblicate sui social media.

AP/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Un gruppo di cittadini, a Yangon, porge l'ultimo omaggio ad un insegnante ucciso negli scontri del 28 febbraio.AP/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Confermare l'effettiva morte dei manifestanti è stato molto complicato, anche per la stampa (arrestati diversi reporter, tra cui Thein Zaw, di Associated Press), in mezzo al caos e alla totale mancanza di notizie da fonti ufficiali, specialmente nelle zone del Myanmar fuori dalle principali città Yangon e Mandalay e dalla "capitale fantasma" Naypyitaw.
Scontri tra polizia e manifestanti si sono verificati anche in altre città più piccole: Dawei, Myeik, Bago e Pokokku.
In molti casi, foto e video circolati sul web hanno mostrato le circostanze delle uccisioni e foto raccapriccianti dei corpi delle vittime.

"Tutto può diventare più pericoloso e mortale"

Ravina Shamdasani, portavoce dell'Ufficio Onu per i diritti umani, è molto preoccupata:
"Ciò che è molto preoccupante è che questa è una giunta militare con un serie incredibile di violazioni dei diritti umani impuniti e con una reale mancanza di responsabilità. Quindi, siamo preoccupati per il potenziale che tutto ciò possa diventare ancora più pericoloso e mortale".

Euronews
"Il potenziale di rischio è ancora più alto", dice la portavoce dell'Onu.Euronews

L'Associazione indipendente di assistenza ai prigionieri politici ha riferito di essere a conoscenza del fatto che circa 1.000 persone sono state arrestate domenica. Questo ha portato a 1.132 il numero totale di persone che l'Associazione ha confermato essere state arrestate.

"Una situazione inaccettabile", ha tuonato il Segretario generale dell'Onu, António Guterres.

Aung San Suu Kyi a processo

Il premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, 75 anni, affronterà già questo lunedi un procedimento giudiziario per l'accusa di possedere walkie-talkie non registrati provenienti dall'estero e di aver violato le norme sul Covid-19. "Ma è tutta una montatura: vogliono colpire un simbolo del paese", ha dichiarato il suo avvocato.

➡️ Per saperne di più: Ascesa e declino di Aung San Suu Kyi

AP/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Continuano, a Mandalay, le proteste dei monaci buddisti.AP/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved