ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Perché i riders devono diventare lavoratori subordinati

euronews_icons_loading
milan court of justice
milan court of justice   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

60 mila lavoratori autonomi o para-subordinati delle piattaforme Usa di food delivery dovrannno essere assunti con regolare contratto di lavoro subordinato in tutta Italia.

Lo dice il procuratore capo di Milano, Francesco Greco. La procura del capoluogo lombardo ha inoltre aperto un'indagine fiscale per caporalato contro UberEats.

Mentre a Glovo-Foodinho, Deliverioo e JustEat i Pm chiedono di inquadrare i riders come lavoratori coordinati e continuativi. Come ha spiegato lo stesso Greco infatti quello di velo-fattorino, date le condizioni, è a tutti gli effetti un lavoro subordinato protetto da garanzie e tutele previdenziali.

Indagati anche sei responsabili delle piattaforme nel mirino dei magistrati inquirenti per aver violato le norme sulla sicurezza lavorativa