ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Musica fu 18mila anni fa: la conchiglia corno torna a suonare

euronews_icons_loading
Il corno più antico
Il corno più antico   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

È rimasto muto per 18mila anni. È tornato farsi sentire con un suono profondo che arriva dalle pieghe della storia. Riportato alla luce nel 1931, il più antico corno di conchiglia, rinvenuto sui Pirenei francesi, risuona con chiare note di do, do diesis e re.

Quello che è stato scoperto di recente è che la Charonia è stata modificata in diverse parti per creare uno strumento musicale con proprietà specifiche.

Dice Philippe Walter, co-autore del documento e capo del laboratorio all'Università della Sorbona: "La potenza del suono prodotto dalla conchiglia è incredibile. È più di 100 decibel. Quindi, se si immagina questo tipo di musica all'interno di una piccola grotta, si possono capire un sacco di cose sulle sensazioni che le persone abbiano potuto provare 18mila anni fa quando qualcuno tra loro suonava quella musica".

Quando la conchiglia di 31 cm è stata scoperta nella grotta di Marsoulas 90 anni fa, si è pensato che si trattasse di una coppa cerimoniale. Durante un recente inventario del museo di storia naturale di Tolosa, i ricercatori hanno scoperto i fori del corno.

Utilizzando il 3-D, gli archeologi mirano a studiare la gamma di note che l'antico corno può produrre. I risultati sono stati pubblicati nella rivista Science Advances.