ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit: cosa contengono le 1500 pagine dell'accordo tra Londra e Bruxelles

euronews_icons_loading
Brexit: cosa contengono le 1500 pagine dell'accordo tra Londra e Bruxelles
Diritti d'autore  Virginia Mayo/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

E' arrivato giusto in tempo per essere messo sotto l'albero di Natale il tanto agognato accordo tra Londra e Bruxelles, che evita una hard Brexit al 31 dicembre. Ma in cosa consiste il famoso deal?

L'accesso alle acque del Regno Unito è stato uno dei principali punti critici di questi infiniti negoziati sulla Brexit. Secondo i termini dell'accordo, ai Paesi dell'Unione europea verranno attribuite quote di pesca nelle acque britanniche non superiori al 25%, per un periodo di cinque anni. Il che significa che due pesci su tre verranno catturati da pescherecci britannici. Dopo il 2026 le quote saranno oggetto di ulteriori negoziati.

Per Bruxelles, questo significa accesso garantito alle acque britanniche durante la transizione, mentre Londra esce della politica comune della pesca dell'Unione europea.

La questione del confine tra Irlanda e Irlanda del Nord

Preservare un confine senza controlli tra Irlanda del Nord e Irlanda era un obiettivo dichiarato da entrambe le parti. Secondo i termini dell'accordo, Belfast rimarrà nel mercato unico europeo e continuerà ad applicare le norme doganali dell'Unione nei suoi porti. Un'importantissima concessione da parte di Londra.

Cosa succederà a Gibilterra?

L'accordo sulla Brexit non si applica a Gibilterra. C'è un accordo separato in fase di negoziazione tra le autorità di Spagna, Regno Unito e Gibilterra. Secondo i termini dell'accordo, i cittadini spagnoli continuerebbero a poter entrare liberamente nel territorio britannico d'oltremare. I cittadini britannici dovranno sempre esibire i loro passaporti. Gli abitanti di Gibilterra dovrebbero continuare ad avere libero accesso all'area Schengen.

I contenziosi futuri

E infine, al centro delle trattative c'era anche il problema della risoluzione in caso di future dispute. Chi giudicherà se saranno violati i patti? Se le due parti non riusciranno a negoziare un'intesa, sarà messo in atto un nuovo meccanismo di arbitrato. In parole povere, sebbene il tanto agognato accordo rappresenti un nuovo inizio, Bruxelles godrà comunque di visite occasionali da parte dei suoi vicini d'oltremanica.