ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Madrid e Rabat, tensione per Ceuta e Melilla

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Madrid e Rabat, tensione per Ceuta e Melilla
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna ha convocato in via d'urgenza la propria ambasciatrice a Rabat, dopo le dichiarazioni del primo ministro marocchino Saad Eddine el-Otmani sullo status di Ceuta e Melilla, enclaves spagnole in suolo marocchino. Una questione "sospesa da cinque o sei secoli, ma che un giorno potrebbe riaprirsi", secondo il capo del governo.

Madrid ha diffuso un comunicato ufficiale in cui si afferma che "la Spagna si attende da tutti i partners il rispetto della propria sovranità e della propria integrità territoriale".

Ceuta e Melilla sono due territori sotto sovranità spagnola rispettivamente dal XVI e dal XVII secolo, sulle quali il Marocco avanza pretese di integrazione nel suo territorio. Madrid dal anto suo non ha mai accettato di avviare negoziati sulla questione, sostenendo che le due località erano sotto il dominio spagnolo già da prima che si fondasse il regno del Marocco.

Unica frontiera europea in terra africana, Ceuta e Melilla sono sotto la pressione dei flussi migratori, e per questo negli anni 90 attorno alle enclaves venne eretta una barriera di filo spinato alta sei metri.

La barriera, costata 30 milioni di euro ed attrezzata con sensori ad alta tecnologia, è stata realizzata nell'ambito delle attività dell'agenzia europea Frontex. Negli anni i ripetuti tentativi di scavalcare la recinzione sono spesso finiti nel sangue.