ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In orbita il satellite Sentinel-6 per monitorare l'innalzamento dei mari

euronews_icons_loading
In orbita il satellite Sentinel-6 per monitorare l'innalzamento dei mari
Diritti d'autore  Кадр из видео NASA
Dimensioni di testo Aa Aa

Il mare dall'alto dove si vede meglio l'effetto dei cambiamenti climatici. L'occhio che osserverà dallo spazio l'innalzamento dei mari è quello del satellite Sentinel-6, poco più di una tonnellata di peso, mandato in orbita con il razzo Falcon 9.

Il lancio è avvenuto alle 18.17, 9.17 ora locale, dalla base aerea Vandenberg Air Force in California.

Il satellite del progetto congiunto europeo-statunitense, ultimo della “costellazione Copernicus", costruito per monitorare il cambiamento del livello del mare, mapperà il 95% degli oceani della Terra liberi da ghiaccio, ogni 10 giorni, e fornirà informazioni per gli studi di oceanografia operativa e sul clima.

Negli ultimi trent’anni, le missioni franco-statunitensi Topex-Poseidon e Jason hanno dimostrato come il livello del mare sia aumentato di circa 3.2 millimetri in media all’anno. Un iter in accelerazione: negli ultimi anni il tasso medio di crescita è stato di 4.8 mm l’anno.

Soddisfatto il direttore ESA dei Programmi di Osservazione della Terra, Josef Aschbacher: “Sono estremamente orgoglioso di aver visto Copernicus Sentinel-6 lanciato questa sera e sapere che è sulla buona strada per iniziare la sua missione e continuare le misurazioni del livello del mare, così importanti per comprendere e monitorare questi fenomeni. Desidero ringraziare non solo i team ESA che hanno lavorato così intensamente per arrivare a questo punto, ma anche la CE, Eumetsat, NASA, NOAA e CNES e, ovviamente, saremo lieti di instaurare ulteriori proficue collaborazioni tra le nostre rispettive organizzazioni”.