ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Football for Friendship supera i confini digitali e punta a un nuovo record mondiale

Football for Friendship supera i confini digitali e punta a un nuovo record mondiale
Diritti d'autore  F4F
Dimensioni di testo Aa Aa

La pandemia di coronavirus può aver messo in attesa gli eventi sportivi, ma le lezioni di resilienza che il gioco insegna possono ancora essere trasmesse, anche se arrivano online e non dal campo.

"Siamo lontani, ma possiamo ancora apportare piccoli cambiamenti, per cambiare il mondo insieme", dice la quattordicenne Irintsoa Rakotomamonjy, che quest'anno ha partecipato al programma sociale internazionale per bambini Football for Friendship (F4F).

L'evento annuale, sostenuto da UEFA e FIFA, è organizzato da Gazprom sin dal suo lancio, nel 2013.

Il programma permette ai bambini di tutto il mondo di incontrarsi, in città che vanno da Madrid a Mosca, dove non solo giocano a calcio, partecipano ai mondiali FIFA e si mescolano alle superstar del mondo del pallone, ma promuovono anche i valori dello sport.

Nel 2019, il programma sociale internazionale per bambini Gazprom Football for Friendship è entrato nel Guinness dei primati mondiali, per il maggior numero di nazionalità partecipanti a un allenamento di calcio della storia.

Quest'anno il programma vuole dimostrare che una pandemia non è un ostacolo, puntando a stabilire un nuovo record: il maggior numero di partecipanti a un evento sportivo online.

"Anche in situazioni difficili ci sono modi per stare insieme e stabilire un obiettivo insieme", sostiene Irintsoa, intervenuta da Antananarivo, capitale del Madagascar.

Connessione virtuale

Oltre a poter giocare a calcio con altri bambini online, i partecipanti hanno potuto creare relazioni digitali e hanno avuto la possibilità di diventare giornalisti sportivi.

Irintsoa, aspirante reporter, è stata co-presentatrice dello show "Good News", che ha riunito quattro giovani reporter provenienti da Lussemburgo, Namibia, Madagascar e Paesi Bassi.

Dice di essere ancora in contatto con alcuni partecipanti, che vivono in Paesi come la Danimarca, che si trova a oltre 8.000 chilometri da casa sua.

F4F
F4F cercherà di battere un altro record mondiale: il maggior numero di partecipanti online a un evento sportivoF4F

"Per me, la connessione virtuale è davvero importante", dice, spiegando che "durante la pandemia di coronavirus, siamo stati tutti isolati l'uno dall'altro".

Quest'anno F4F è stato particolarmente importante, spiega Irintsoa, perché la diffusione di buone notizie e l'ispirazione di altri bambini è diventata ancor più cruciale.

Oltre a dare l'esempio agli altri bambini, uno dei suoi momenti preferiti è stato intervistare l'ex star francese dell'Arsenal, Robert Pirès.

Ma Irintsoa non è l'unica ad essere riuscita a ottenere un incontro con Pirès.

Parte del programma di quest'anno della F4F include la serie "Stadium is Where I am" ("lo stadio è dove sono"), nella quale la star del calcio francese mostra i trucchi essenziali, su come maneggiare un pallone.

Il calcio non conosce confini

Altri atleti famosi che condividono i loro segreti negli episodi settimanali sono Luis Garcia, Kelly Smith, la quattro volte campionessa del mondo di calcio freestyle, Melody Donchet, e Anton Pavlinov, due volte campione del mondo di calcio freestyle.

"Stadium Is Where I Am" sarà trasmesso in diretta dal 27 novembre al 9 dicembre. L'evento, chiamato "F4F eWorld Championship", mira a entrare nel Guinness dei Primati e sarà presentato da Roberto Carlos, la leggenda del Real Madrid e del Brasile e Ambasciatore Globale di Football For Friendship.

Il simulatore di calcio multiplayer sarà "un gioco al quale tutti possono partecipare, giocare in squadre internazionali e farlo in tempo reale", dice Vladimir Serov, direttore globale del programma sociale per bambini di Gazprom International, Children's Social Programme Football for Friendship.

F4F
Vladimir Serov, direttore globale del programma F4F di GazpromF4F

Per Serov, nonostante gli eventi siano stati spostati online - cosa che non era stata assolutamente pianificata - ci sono ancora più partecipanti, esperti e partner.

"Ora chi, per qualche motivo, non ha potuto aderire al programma, può partecipare liberamente rimanendo a casa".

Soluzioni digitali

Ma Serov ha ammesso che trasformare i grandi eventi in formato online è stata una sfida che ha richiesto l'aiuto di molte persone. Nuovi specialisti, sviluppatori e persino musicisti provenienti dall'Uganda sono saliti a bordo, per creare cori da stadio, per gli utenti del simulatore di Football for Friendship World.

Nonostante la necessità di creare soluzioni digitali, per Serov il bisogno dei bambini di fare attività fisica è ovvio, così come la creazione di uno spazio per comunicare e raggiungere i propri obiettivi. Le "condizioni esterne non dovrebbero influire su questi aspetti della vita di un bambino", dice.

Con molte scuole in tutto il mondo chiuse durante il lockdown e la routine dei bambini interrotta bruscamente, lo sport e l'esercizio fisico sono stati vitali per molti.

"Quando la scuola ha chiuso, lo sport era l'unica cosa che potevo fare", spiega Mats Gouka, che ha partecipato a molti dei progetti editoriali di Good News.

Il quattordicenne Mats, che viene dall'Olanda e ha partecipato a diversi eventi F4F nel corso degli anni, sostiene che: "Lo sport è molto importante, perché mi rende felice e mi dà energia".

Nonostante quest'anno non abbia potuto incontrare fisicamente altri bambini, non si fa scoraggiare: "Penso che F4F sia importante anche se è solo online, perché migliori il tuo inglese e resti in contatto con persone di tutto il mondo".