ULTIM'ORA
This content is not available in your region

USA verso le urne, ma resta l'incertezza per il dopo-voto

euronews_icons_loading
USA verso le urne, ma resta l'incertezza per il dopo-voto
Diritti d'autore  Marcio Jose Sanchez/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

La gigantesca macchina delle presidenziali statunitensi gira a pieno regime. Mentre quasi 100 milioni di elettori hanno scelto il voto anticipato, facendo di questa consultazione la più partecipata degli ultimi cento anni, Trump e Biden spendono le loro energie negli Stati che potrebbero rivelarsi decisivi alla vittoria dell'uno o dell'altro.

"È ora che Donald Trump faccia le valigie e torni a casa. Abbiamo chiuso col caos. Abbiamo chiuso con le gare e con i tweet, con la rabbia, con l'odio e col fallimento, loro responsabilità. Ma abbiamo molto lavoro da fare. Se sarò eletto agiremo. Il primo giorno, agiremo per tenere COVID sotto controllo...", ha detto ai suoi supporters Joe Biden.

Dopo un tour de force che lo ha portato a fare comizi in una decina di stati in 48 ore, Trump insiste sulla Pennsylvania. Qui i sondaggi danno avanti di 6 punti il democratico Biden, nonostante sia contrario al fracking, una tecnica per l'estrazione di idrocarburi estremamente dannosa per l'ambiente: "Il piano di Biden di vietare il fracking è una condanna a morte economica per la Pennsylvania. La chiusura energetica di Biden cancellerà i vostri posti di lavoro, decimerà le vostre città, eliminerà le vostre fabbriche e getterà il vostro stato in un incubo di povertà paralizzante. Ci siete stati".

Sull'intera consultazione pesa la minaccia di forzature giuridiche più volte avanzata dal campo del presidente uscente, che punterebbe a escludere dallo spoglio i voti espressi per posta se dallo scrutinio reale uscisse un risultato favorevole a Trump.