EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il prestanome colombiano del chavismo resta per ora a Capo Verde

Fiscalia
Fiscalia Diritti d'autore Colombia
Diritti d'autore Colombia
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Alex Saab era stato coinvolto in un giro di denaro in Italia per avere acquistato proprietà immobiliari che avevano attirato l'attenzione della Guardia di Finanza

PUBBLICITÀ

Alex Saab, forse il più noto prestanome del chavismo agli arresti a Capo Verde, non verrà estradato verso gli Stati Uniti. A deciderlo la corte suprema del Paese africano che si è dichiarata incompetente a decidere sul destino dell'uomo. 

L'uomo è considerato il collettore di mazzette e denaro proveniente dagli affari del chavismo nel mondo. Noto in iItalia perché la moglie, la giovanissima Camilla Fabbri, aspirante modella con comparsate in tv e un lavoro come commessa in un negozio, il primo ottobre 2018 aveva acquistato un appartamento al quatro piano di via dei Condotti a Rma, nel palazzo dove ha sede la gioielleria Bulgari, pagandolo quasi cinque milioni di euro. Il sospetto è che siano soldi del marito.

Alcune delle proprietà di Alex Saab in Colombia

Saab è ricercato dagli inquirenti statunitensi perché potrebbe dire molto sul denaro reinvestito dai chavisti nel mondo. Intanto in Colombia la procura della repubblica ha sequestrato alcune delle incredibili propriertà immobiliari delll'uomo a Bogotà, Cali e Medellin. La telenovela giudiziaria intanto, continua.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

Tensione tra Venezuela e Guyana per l'Esequiba: Maduro invia seimila soldati nei Caraibi