ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Premio Nobel per la Medicina alla scoperta del virus dell'epatite C: premiati tre virologi

euronews_icons_loading
I tre vincitori del Premio Nobel per la Medicina.
I tre vincitori del Premio Nobel per la Medicina.   -   Diritti d'autore  Rhoda Baer Richard Siemens John Minchillo/National Institutes of Health
Dimensioni di testo Aa Aa

Assegnato il Premio Nobel per la Medicina 2020 a tre virologi.

Gli scienziati statunitensi Harvey J. Alter (National Institute of Health) e Charles M. Rice (Rockfeller University, New York) e il loro collega britannico Michael Houghton (University of Alberta, Canada) sono stati premiati per la scoperta del virus dell'epatite C.

Annunciando il premio a Stoccolma lunedì, il Comitato Nobel - guidato dal segretario Thomas Perlmann - ha evidenziato che il lavoro dei tre scienziati ha contribuito a spiegare "scientificamente" un'importante fonte di epatite trasmissibile per via ematica, che non poteva essere spiegata dai virus dell'epatite A e B.

Le motivazioni

"Il loro lavoro rende possibili esami del sangue e nuovi farmaci che hanno salvato milioni di vite", ha scritto il comitato nella motivazione al Premio Nobel.

"Grazie alla loro scoperta, sono ora disponibili esami del sangue altamente sensibili per il virus, che hanno essenzialmente eliminato l'epatite post-trasfusione in molte parti del mondo, migliorando notevolmente la salute globale", spiega ancora il comitato.

"La loro scoperta ha anche permesso il rapido sviluppo di farmaci antivirali diretti all'epatite C", ha motivato il comitato per il Premio Nobel.

"Per la prima volta nella storia, la malattia può ora essere curata, suscitando la speranza di sradicare il virus dell'epatite C dalla popolazione mondiale".

Chi sono i tre virologi

Alla fine degli anni '70, Harvey Alter, 85 anni, aveva identificato una misteriosa contaminazione da epatite durante le trasfusioni, quando non si trattava né di epatite A né di epatite B.

Anni dopo, nel 1989, a Michael Houghton e al suo team viene attribuita la scoperta della sequenza genetica del virus.
Charles Rice, 68 anni, ha trascorso molti anni a svelare come il virus si è replicato, lavoro che ha portato alla nascita di un nuovo rivoluzionario trattamento all'inizio degli anni '20, il "sofosbuvir".

Il premio è il primo direttamente collegato a un virus dopo il premio del 2008 assegnato ai francesi scopritori dell'AIDS, François Barré-Sinoussi e Luc Montagnier, e a un pioniere dei papillomavirus, il tedesco Harald zur Hausen.

Da un primo premio - per la chimica - a due virologi nel 1946, questo Premio Nobel si aggiunge agli 17 Premi Nobel direttamente o indirettamente legati al lavoro sui virus.

AP
Un momento della premiazione dei Premi Nobel per la Medicina.AP

Ancora due americani e un britannico

L'anno scorso il Premio Nobel per la Medicina è stato assegnato agli americani William Kaelin e Gregg Semenza eval britannico Peter Ratcliffe.
Avevano scoperto, a partire dagli anni '90, come le cellule di tutto il corpo rilevano e si adattano a diversi livelli di ossigeno.
Le prime applicazioni terapeutiche sono venute alla luce a metà degli anni 2000, in particolare contro il cancro.

70 milioni di casi di epatite nel mondo

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che ci siano oltre 70 milioni di casi di epatite in tutto il mondo e 400.000 decessi ogni anno. La malattia è cronica ed è una delle principali cause di infiammazione del fegato e di cancro.

Il Premio Nobel è accompagnato da una medaglia d'oro e da un premio in denaro di 10 milioni di corone svedesi (oltre 1.118.000 dollari), grazie a un lascito di 124 anni fa lasciato in eredità dal creatore del premio, l'inventore svedese Alfred Nobel.

Un significato particolare

Il Premio Nobel per la Medicina ha un particolare significato quest'anno, a causa della pandemia di Coronavirus, che ha evidenziato l'importanza che la ricerca medica ha per le società e le economie di tutto il mondo.

Il Premio Nobel per la Medicina è il primo dei sei che saranno annunciati fino al 12 ottobre.
Gli altri premi saranno assegnati campi della fisica, della chimica, della letteratura, della pace e dell'economia.