ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La pandemia travolge la Disney: al via i licenziamenti nei parchi

euronews_icons_loading
La pandemia travolge la Disney: al via i licenziamenti nei parchi
Diritti d'autore  Charles Sykes/2020 Invision
Dimensioni di testo Aa Aa

Il piccolo mondo rischia di diventare ancora più piccolo. La canzoncina che risuona nei parchi-gioco Disney del mondo intero sembra diventare tristemente profetica: almeno un quarto dei 28.000 licenziamenti previsti per la divisione parchi della Disney verranno fatti a DisneyWorld in Florida e a Disneyland in California. Stando alle comunicazioni della società, i primi 6000 licenziamenti si avranno a partire dai primi di dicembre. Tuttavia, potrebbero aumentare man mano che la società negozierà i termini con i sindacati.

A aprile la società aveva annunciato il licenziamento temporaneo dei 43 mila dipendenti dei parchi: l'intenzione era di procedere alla riassunzione finita l'emergenza. Al rientro i dipendenti erano sicuri di mantenere l'anzianità di servizio e di stipendio.

Per oltre la metà dei dipendenti Disney le cose si mettono male.

La Disney ha subito un’enorme perdita di denaro dall’inizio dell’epidemia. Nel secondo trimestre, la società ha visto il suo fatturato calare di 1 miliardo di dollari dal ricavo dei parchi, a causa della chiusura dei parchi tematici, con conseguente annullamento di tutte le prenotazioni negli hotel e nelle navi da crociera. Nel terzo trimestre, la società ha riportato una perdita più grave di 3,5 miliardi di dollari. E le azioni della società sono scese a meno del 2% dopo martedì.