ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Se ti scappa a Varsavia puoi affittare il bagno di un privato. Che trovata è?

Bagni pubblici a Varsavia
Bagni pubblici a Varsavia   -   Diritti d'autore  Czarek Sokolowski/AP2009
Dimensioni di testo Aa Aa

Un movimento polacco ha conquistato le prime pagine dei giornali per aver messo a punto una nuova app che permette di noleggiare le toilette per il tempo di una pipì o anche di altro.

"Abbiamo tutti gli stessi bisogni fisiologici", recita l'annuncio di Airpnp (Air Poo and Pee). "Molti di noi hanno difficoltà a usare i bagni pubblici. Spesso è difficile trovare rapidamente un bagno vicino o abbastanza pulito. Ora non devi più preoccuparti di questo".

Non è chiaro quanti siano andati a scaricare l'app o siano rimasti increduli e indecisi sul da farsi.

L'app si è rivelata in realtà una fake news: si è trattato di una messinscena per mettere in evidenza la mancanza di bagni pubblici a Varsavia.

"Abbiamo cercato di trovare il modo migliore per sollevare la questione della mancanza di bagni pubblici in città e abbiamo pensato che facendolo in modo tradizionale, forse non avremmo sollevato molta attenzione ", così a Euronews Jan Mencwel, presidente del movimento cittadino Miasto Jest Nasze.

Dalla sua pubblicazione online, l'annuncio polacco è stato condiviso da centinaia di utenti su Facebook e Twitter in poco meno di una giornata, oltre ad essere stato ripreso da alcuni media nazionali tra cui Polsat News e Business Insider.

Solo alcuni hanno fiutato la fine strategia sottesa all'annuncio.

"Negli anni '80 la gente pensava che avremmo avuto macchine volanti ... Cosa abbiamo, invece? Un'app che ti permette di guadagnare denaro condividendo il bagno", ha scritto una persona su Twitter.

"Posso fornire una lettiera", ha scherzato un altro internauta.

Mencwel ha detto che l'idea di fare una campagna per più bagni pubblici è nata dopo che Miasto Jest Nasze ha scoperto che Varsavia aveva molti meno bagni pubblici di altre capitali europee. A Varsavia sono registrati 153 bagni pubblici, a Berlino e Praga ce ne sono rispettivamente 653 e 243.

Oltre ad attirare l'attenzione sulla mancanza di servizi igienici pubblici a Varsavia, Mencwel ha anche affermato che la sua associazione ritiene che sarebbe interessante "sollevare il problema sul modello peer-to-peer utilizzato da Uber e Airbnb".

"Si basa sulle interazioni tra le persone, ma allo stesso tempo monetizza queste interazioni e spesso si basa sulla mancanza di servizi pubblici, cui si aggiunge mancanza di regole e mancanza di controllo".

Euronews ha contattato Airbnb per un commento ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione dell'articolo. Uber ha rifiutato di commentare.

Miasto Jest Nasze, che è il più grande movimento del suo genere in Polonia e ha visto i candidati eletti al consiglio distrettuale, mira a costruire il sostegno per l'idea di sviluppo sostenibile e modernizzazione della città.

L'associazione ha creato un'app, questa è vera, per verificare le condizioni dei servizi igenici in città: accedendo alla posizione di chi invia l'informazione si ha una lista dei wc e del loro stato di pulizia.

Il gruppo ha in programma di "aggiungere ulteriori informazioni in modo che quando sei in strada puoi vedere tramite il tuo telefono cellulare se si tratta di strutture adeguate per disabili, donne incinte o persone con un bambino piccolo, per esempio".