ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bielorussia, Tikhanovskaya candidata al premio Sakharov

euronews_icons_loading
Bielorussia, Tikhanovskaya candidata al premio Sakharov
Diritti d'autore  JOHN THYS/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove elezioni in Bielorussia e sanzioni contro il dittatore Alexander Lukashenko. Sono queste le richieste racchiuse nella risoluzione adottata, oggi, a larga maggioranza dal Parlamento europeo che ha respinto la rielezione, ritenuta fraudolenta, di Alexander Lukashenko del 9 agosto scorso.

I diplomatici europei sono già all'opera per presentare una lista di nomi da sanzionare e beni da congelare da sottoporre ai leader europei prima del summit della prossima settimana.

Gli eurodeputati, riuniti in sessione plenaria, hanno poi voluto anche mostrare un concreto sostegno all'opposizione bielorussa, ricordando chi è sceso in piazza a manifestare pacificamente ed è stato brutalmente picchiato.

"Penso che dovremmo ascoltare molto attentamente ciò che ha da dire l'opposizione in Bielorussia – ha detto l'eurodeputato tedesco di centrodestra David McAllister - e in particolare le donne che hanno mostrato un coraggio davvero notevole ".

Tre gruppi politici al Parlamento europeo hanno candidato Svetlana Tikhanovskaya al premio Andrei Sakharov dedicato ai diritti umani. Tikhanovskaya è considerata dai manifestanti bielorussi la vera vincitrice delle elezioni scorse. Con lei sono candidate anche altre oppositrici che hanno sfidato le autorità di Minsk per darle supporto.