ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spezia in Serie A: Covid non ti temo, migliaia di tifosi in strada per festeggiare

La festa dei tifosi dello Spezia per la prima storica promozione in Serie A
La festa dei tifosi dello Spezia per la prima storica promozione in Serie A   -   Diritti d'autore  Instagram @acspezia
Dimensioni di testo Aa Aa

Giovedì sera lo Spezia ha conquistato la sua prima promozione al campionato di Serie A. Nella gara di ritorno della finale dei playoff i liguri sono stati sconfitti 1-0 dal Frosinone, stesso risultato con cui avevano vinto all'andata fuori casa, ma sono stati premiati in virtù del miglior piazzamento in classifica alla fine del campionato.

Migliaia di tifosi si sono riversati in strada per festeggiare una promozione storica, la prima nei 114 anni di storia del club. Alla festa si è unita anche la squadra, che dopo il fischio finale ha sfilato per le strade del città su un bus scoperto, procedendo a velocità ridotta tra due ali di folla, cori e fumogeni.

Un entusiamo comprensibile ma non troppo rispettoso delle precauzioni anti-Covid-19. Prima della partita il sindaco Pierluigi Peracchini ha emesso due ordinanze e rinnovato l'invito a rispettare le norme di sicurezza, in particolare il distanziamento sociale. Inoltre la Protezione Civile ha distribuito gratuitamente delle mascherine nei pressi dello stadio dove si sono radunati i tifosi.

La festa però ha travolto la città come uno tsunami, con assembramenti in varie zone e centinaia di tifosi che hanno"scortato" il bus della squadra, come documentato anche dal profilo ufficiale del club su Instagram, dove sono stati pubblicati vari video delle celebrazioni.

Scene simili si erano già viste lo scorso 18 giugno a Napoli. Anche in quell'occasione migliaia di tifosi erano scesi in strada per festeggiare la vittoria della Coppa Italia nella finale con la Juventus. Un atteggiamento che era stato duramente criticato dall'Organizzazione mondiale della sanità: in un'intervista ad Agorà, su Rai 3, il direttore aggiunto Ranieri Guerra aveva bollato i tifosi come "sciagurati".

Ma nonostante i festeggiamenti di massa, nelle settimane successive non era stato registrato un incremento dei casi nel capoluogo campano. Al momento sono poco più di 900 i casi confermati di Covid-19 nella provincia della Spezia, con un lieve incremento nelle prime due settimane di agosto.