ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Pandemia, ovunque in Europa si va verso nuove restrizioni

euronews_icons_loading
Pandemia, ovunque in Europa si va verso nuove restrizioni
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità italiane prendono in cosiderazione la possibilità di tornare a istituire zone rosse locali se il tasso della diffusione del coronavirus non smetterà di crescere. Nelle ultime 24 ore si sono contati nella penisola altri 640 nuovi casi positivi, toccando un record che non si registrava dalla fine del primo periodo di blocco, lo scorso maggio.

Intanto, mentre aumentano anche i test, specie sui viaggiatori provenienti da paesi consiederati a rischio, si fatica a far rispettare le misure precauzionali più semplici, come il rispetto delle distanze sanitarie, del tutto ignorate in un party in Gran Bretagna filmato da lontano dalla polizia di Manchester..

Nel paese tuttavia si spera che il programma di test a tappeto possa permettere di tracciare la effettiva presenza del virus tra la popolazione, compresi i casi di persone positive senza nemmeno saperlo.

In Romania, dopo aver toccato i 1500 nuovi casi in un solo giorno, le autorità hanno disposto una nuova chiusura dei ristoranti. Davanti alle proteste dei cittadini, il presidente della Repubblica ha sottolineato che le restrizioni non saranno allentate fin quando la curva dei contagi non tornerà ad abbassarsi.

Limitazioni nelle attività collettive anche a My konos, in Grecia, dove sono state messe al bando le serate di festa, i parties e le riunioni pubbliche e private con più di nove presenti.

Le nuove misure entreranno in vigore domani e avranno una durata di dieci giorni.