ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: mascherine obbligatorie a Bruxelles all'aperto, facoltative a scuola in Scozia

euronews_icons_loading
Covid-19: mascherine obbligatorie a Bruxelles all'aperto, facoltative a scuola in Scozia
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Belgio: mascherine all'aperto a Bruxelles

Da mercoledi 12 agosto, obbligo di mascherine anche all'aperto a Bruxelles e in 19 comuni dell'area metropolitana della capitale del Belgio.

Dopo aver raggiunto il traguardo di 50 nuovi contagi ogni 100.000 abitanti come media settimanale, Il presidente della Regione di Bruxelles-Capitale, Rudi Vervoort, ha deciso questa misura obbligatoria, già in vigore in alcune altre zone del paese.

Intanto, le temperature sono torride.

E l'Istituto Meteorologico Reale belga ha emesso un allarme rosso. Con temperature superiori ai 35 gradi centigradi, molte persone - soprattutto non più giovanissime - rischiano di avere serie difficoltà di respirarazione ad indossare le mascherine.

E niente mare per i "turisti giornalieri"

Alcuni costieri del Belgio hanno deciso di vietare l'accesso alla spiaggia ai "turisti giornalieri", dopo la maxi-rissa che si è scatenata sabato scorso a Blankenberge tra la polizia e un gruppo di giovani che non rispettava le regole sul distanziamento sociale.

La decisione di questi comuni balneari è stata criticata dallo stesso ministro del Turismo belga.

AP Photo
Mascherine obbligatorie anche a Bruxelles.AP Photo

Spagna: ritorno alla fase 2, bar e negozi chiusi

Strade deserte a La Morera, nella regione centrale dell'Extremadura, in Spagna, provincia di Badajoz, vicino al confine portoghese.

Riproduzione autorrizzata.
La carta della Spagna con la provincia di Badajoz.Riproduzione autorrizzata.

È soprattutto qui, in Spagna, che i casi di Coronavirus stanno aumentano, situazione che secondo gli esperti sta diventando critica.

Molte regioni sono tornate alla fase 2 delle restrizioni, con bar e negozi chiusi.

AP Photo
La Morera, Extremadura, Spagna.AP Photo

"Eccessivo rilassamento sociale"

Salvador Macip, epidemiologo e autore del libro "Le grandi piaghe moderne" commenta:

"Credo che la popolazione avesse troppa fiducia che il virus sarebbe circolato meno e infettato meno durante l'estate, con le alte temperature, il che è vero, ma questo è stato compensato da un eccessivo rilassamento sociale, così abbiamo trovato molte situazioni rischiose, molti più contatti sociali, feste, celebrazioni, incontri, in spazi chiusi e anche in spiagge affollate".

AP Photo
Parola di epidemiologo.AP Photo

Francia: divieto di evento con oltre 5.000 persone

In Francia, Il primo ministro francese Jean Castex afferma che la situazione pandemica ha preso una direzione "sbagliata".
Ha anche confermato che il divieto di eventi con 5.000 o più persone - per esempio le partite di calcio - è stato prorogato fino al 30 ottobre e ha confermato che il governo intensificherà la sua lotta contro il virus soprattutto nelle 20 città più grandi della Francia.

"Chiederò ai prefetti di parlare con i parlamentari eletti localmente per estendere il più possibile l'obbligo di indossare una maschera negli spazi pubblici", ha dichiarato Castex, durante un suo discorso a Montpellier.

AP Photo
Jean Castex, primo ministro francese.AP Photo

Scozia: riaprono le scuole, con misure blande

Niente mascherine all'ingresso in una scuola di Edimburgo, durante il primo giorno dell'anno scolastico in Scozia.
L'ultima campanella era suonata il 20 marzo scorso.

Mentre ai consigli comunali è stata data una certa flessibilità per quanto riguarda l'orario scolastico, il governo scozzese vuole che tutte le scuole siano completamente aperte entro il 18 agosto.

Anche se non c'è alcun obbligo di distanza fisica tra gli alunni, gli insegnanti devono rimanere a due metri di distanza dagli studenti o da altri adulti.

Anche gli studenti delle scuole secondarie superiori sono incoraggiati a mantenere la distanza, dove possibile, se ciò non ostacola il ritorno all'apprendimento a tempo pieno.

Non c'è l'obbligo generale di indossare mascherine in nessun luogo dell'edificio scolastico, ma il personale e gli scolari possono farlo volontariamente.