ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Polonia, exit poll: Duda in testa con il 41,8%, Trzaskowski al 30,4%

euronews_icons_loading
Polonia, exit poll: Duda in testa con il 41,8%, Trzaskowski al 30,4%
Diritti d'autore  Petr David Josek/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi chiusi in Polonia, dove oggi 30 milioni di elettori erano chiamati alle urne per le elezioni presidenziali. Stando agli exit poll della società di sondaggi Ipsos il presidente polacco conservatore, Andrzej Duda, avrebbe ottenuto il 41,8% delle prefereze, mentre il suo principale avversario, il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski, si attesterebbe attorno al 30,4%.

Sarà quindi necessario il ballottaggio, in programma il 12 luglio, per sapere chi sarà il prossimo presidente polacco. Un esito che era stato anticipato dagli ultimi sondaggi prima del voto, quando i numeri avevano mostrato che entrambi i favoriti erano lontani dalla soglia del 50% necessaria ad evitare il secondo turno

La commissione elettorale statale polacca ha fatto sapere che renderà noti i risultati finali del primo turno entro mercoledì al massimo.

Duda sfida l'Europa

Andrzej Duda, il presidente uscente del partito ultraconservatore Diritto e Giustizia (PiS, acronimo dal polacco Prawo I Sprawiedliwość) ha manomesso la Corte costituzionale per adeguarla alle volontà dell'esecutivo e questo a Bruxelles non piace. Duda si presenta per il secondo e ultimo mandato ed è favorito nei sondaggi. Tuttavia il suo primato è fortemente intaccato dall'ascesa dell'unico vero rivale, il candidato della Piattaforma Civica (PO, Platforma Obywatelska) che rappresenta l’opposizione maggiore cioè il sindaco di Varsavia Rafał Trzaskowski.

Chi è Trzaskowski

Quarantottenne, liberale e poliglotta, incarna quell'élite cosmopolita ed europeista da sempre oggetto degli attacchi del governo. Trzaskowski è uno dei membri della rete dei sindaci delle capitali dei Paesi del Gruppo di Visegrád – Budapest, Praga, Bratislava...– che osteggiano i governi autoritari ed euroscettici. Trzaskowski ha ottenuto oltre un milione e mezzo di firme in soli quattro giorni (ne bastavano 100mila per convalidare la candidatura alla presidenza della rtepubblica) e nei sondaggi rappresenta l'unica vera minaccia al potere in carica. Per questo Duda non ha lesinato sforzi per riacciuffare il suo iniziale consenso e si è recato pure a Washington (primo leader straniero a essere ricevuto alla Casa Bianca dall’inizio della pandemia) per ottenere il sostegno del potente alleato americano che potrebbe premiare la Polonia trasferendovi una poderosa guarnigione militare.