ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Giornata del rifugiato: cortei e rivendicazioni con i Black lives matter

euronews_icons_loading
Giornata del rifugiato: cortei e rivendicazioni con i Black lives matter
Diritti d'autore  AFPTV
Dimensioni di testo Aa Aa

La giornata mondiale del rifugiato questo sabato è stato il momento per ricordare all'opinione pubblica il dramma di 80 milioni di uomini donne e bambini fuggiti da guerra, fame e cambiamenti climatici in cerca di una nuova vita ad ogni latitudine. Cortei si sono tenuti in diverse città; ad Atene, la manifestazione si è trasformata in una protesta antigovernativa. Margarita Koutsanelou, membro di un sindacato degli agricoltori è convinta che "Attaccano i rifugiati e gli immigrati perché vogliono presentare un nemico al pubblico ma immigrati e rifugiati non sono nemici".

Ad Atene contro la legge svuota-centri che ha spinto in strada decine di rifugiati

Nel mirino dei manifestanti la legge, appena approvata in Grecia, che obbliga i richiedenti asilo a lasciare in 30 giorni dal riconoscimento dello status i centri che li ospitano: un tempo troppo breve per essere autonomi.

In Francia questo sabato i cortei per i migranti hanno sfilato accanto a quelli dei Black lives matter. A Parigi le due manifestazioni si sono unite, 'regolarizzazione per tutti i sans papiers' è stato uno degli slogan, in piazza decine di migliaia di persone.

Franco Lollia, portavoce della Brigata Anti Négrophobie dà la sua lettura del momento: "Il caso George Floyd ha avuto un notevole impatto sulla mobilitazione ma allo stesso tempo rivela l'entità del razzismo sistematico in tutto il mondo".

Due settimane fa un corteo analogo si è tenuto nella capitale francese per ricordare che i sans papiers sono quelli che soffrono di più la crisi sanitaria del coronavirus.

ALAIN JOCARD/AFP or licensors
Manifestanti in ginocchio a Parigi chiedono la regolarizzazione dei sans papiers 19.6.2020ALAIN JOCARD/AFP or licensors