ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Anche in Belgio in piazza per George Floyd

euronews_icons_loading
Anche in Belgio in piazza per George Floyd
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Arrivano nel cuore dell'Europa le proteste nate in segjuito alla morte di George Floyd, l'uomo afro-americano ucciso a Minneapolis dalla polizia americana.

Domenica a Bruxelles 10.000 persone sono scese in piazza per mostrare solidarietà con il movimento Black Lives Matter, ma quella che doveva essere una manifestazione pacifica è finita tra scontri con la polizia e atti di vandalismo.

Prima dei tafferugli i manifestanti hanno sventolato la bandiera della Repubblica Democratica del Conngo in cima alla statua del re Leopoldo II, il simbolo di quel colonialismo che ancora oggi rappresenta un capitolo imbarazzante della storia del paese.

Il governo dell’epoca è ritenuto responsabile della morte di circa dieci milioni di persone in quello che allora era il Congo belga.

Per i manifestanti la morte di Geroge Floyd è paragonata a quella di Adil, Mehdi e altri in Belgio che sono morti durante scontri con la polizia.

"Ho dei figli, sono una madre, e sono qui per sostenere il movimento nero. Le donne muoiono a causa dei loro figli, di ciò che devono subire i loro figli", afferma una signora.

E' tanta la rabbia per l'ingiustizia sociale sofferta dai giovani di orgine africana, spiega un'altra ragazza: "Siamo ancora i bersagli del sistema perché se cerchiamo un lavoro o anche a scuola vediamo delle discriminazioni nei confronti delle persone di colore."

La protesta a Bruxelles è una delle tante avvenute in Europa sulla scia di un movimento internazionale che chiede un cambiamento e una dura condanna del razzismo.

Journalist name • Jack Parrock