ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Libano, contro il governo e contro Hezbollah

euronews_icons_loading
Un manifestante durante la protesta anti governativa a Beirut
Un manifestante durante la protesta anti governativa a Beirut   -   Diritti d'autore  Bilal Hussein/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

A Beirut la prima manifestazione contro il governo da quando il Libano ha imposto le misure di confinamento anti Covid 19 a metà marzo: sono accorse all'appuntamento in piazza dei Martiri migliaia di persone.
Dal corteo è partito il lancio di sassi contro la polizia anti sommossa, che ha risposto con i gas lacrimogeni.
48 persone sono rimaste ferite, 11 delle quali sono state portate in ospedale, mentre le altre sono state curate sul posto, ha detto la Croce Rossa libanese.
Lo scontro si è acceso soprattutto tra alcuni manifestanti e i sostenitori di Hezbollah, ma altre voci in seno alla protesta hanno riportato la vertenza sui binari della richiesta di convocazione di elezioni anticipate e su misure immediate per fronteggiare la crisi economica.

L'attuale governo del Libano ha prestato giuramento alla fine di gennaio, dopo che le tensioni sociali erano sfociate nel rovesciamento dell'esecutivo di Saad Hariri alla fine di ottobre.
Il nuovo primo ministro, Hassan Diab, ha promesso di affrontare la peggiore congiuntura economica del Libano.

"Abbiamo bisogno di nuove elezioni. Abbiamo bisogno di una magistratura indipendente, che non sia manipolata dai partiti politici", è la richiesta dei manifestanti.
Alcuni hanno anche chiesto il disarmo di Hezbollah, l'unico partito del Paese che ha conservato le armi dopo la fine della guerra civile nel 1990.
Sul terreno si vedevano volantini con la scritta "Make it happen 1559 - 1701". I numeri si riferiscono alle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu, approvate nel 2004 e nel 2006, che chiedevano a tutte le milizie libanesi di consegnare le armi, Hezbollah compresi.

Nel tweet: "I manifestanti in Libano bruciano una foto di #HassanNasrallah mentre centinaia di persone hanno protestato per le strade sabato, a causa del crollo dell'economia"

Hassan Nasrallah è il leader del partito sciita Hezbollah.