ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scanner termici e visite scaglionate: i musei europei riaprono con misure eccezionali

euronews_icons_loading
Visitors arrive on the reopening day of the Uffizi museum, in Florence
Dimensioni di testo Aa Aa

I musei europei stanno gradualmente riaprendo. Un'industria, quella culturale, che in Europa genera circa 509 miliardi di euro all'anno, oltre il 5% del PIL dell'UE e dà lavoro a 12 milioni di persone.

Al Prado di Madrid sono state adottate misure eccezionali: distanza di sicurezza e numero di visitatori limitato e uno spazio unico dove sono stati esposti 250 capolavori. La mostra si chiama simbolicamente "Reencuentro".

"Ci sono molte persone che avevano bisogno del Prado - confessa Miguel Falomir, Direttore del Museo - abbiamo trovato dei veri "drogati" da Prado in astinenza, ma ora hanno la possibilità di ritrovare le loro opere preferite e vivere questa esperienza assolutamente indimenticabile".

Le prenotazioni sono già al completo per questo fine settimana, come a Firenze, dove tornano a vedersi i primi turisti. Mercoledì scorso, il Museo degli Uffizi, ha potuto accogliere nuovamente i visitatori. Scanner termici all'ingresso e visite scaglionate: un nuovo modo per scoprire il museo e le opere.

"Questa è una grande opportunità per sperimentare una nuova forma di visita ai musei - dice Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi - il turismo lento e il museo anche, che significa viaggiare meno, ma viaggiare più a lungo e guardare e imparare molto di più lungo il percorso. I visitatori possono passare del tempo a guardare le opere d'arte e a provare le emozioni che queste trasmettono".

Andrew Medichini/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Termoscanner agli UffiziAndrew Medichini/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Anche in Francia stanno riaprendo alcuni musei, tra cui il Louvre di Lens da non confondere con il più famoso di Parigi che riapre il 6 luglio. Le visite sono a senso unico, in modo che la gente non si incroci, un'opportunità unica di trovarsi faccia a faccia con le più belle opere della storia dell'arte.

Medici e infermieri gratis ai Musei vaticani e Castel Gandolfo

In segno di gratitudine per il lavoro svolto durante questo periodo di emergenza, il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano annuncia che, per una settimana, tutti i medici, gli infermieri e il personale tecnico e sanitario ausiliario in servizio presso le strutture sanitarie pubbliche e private del territorio nazionale italiano potranno accedere gratuitamente ai Musei Vaticani e al complesso delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo.

Presso i Musei Vaticani l'iniziativa sarà valida da lunedì 8 giugno a sabato 13 giugno 2020 (giovedì 11 giugno 2020 i Musei saranno chiusi), durante gli orari di apertura: dal lunedì al giovedì dalle 10,00 alle 20,00, ultimo accesso alle ore 18,00; venerdì e sabato dalle ore 10,00 alle ore 22,00, ultimo accesso alle ore 20,00.

Alle Ville Pontificie, invece, sarà possibile usufruire dell'agevolazione sabato 6 giugno e domenica 7 giugno 2020 e poi ancora sabato 13 giugno e domenica 14 giungo 2020. Il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo e i meravigliosi Giardini di Villa Barberini saranno, almeno per il momento, accessibili ai visitatori solo il sabato e la domenica dalle ore 10,00 alle ore 18,00, ultimo ingresso alle ore 17,00. Il complesso museale, sito sulle pendici del lago di Castel Gandolfo, riaprirà le sue porte dopo il lockdown proprio sabato 6 giugno 2020.

Domenica 7 giugno, a Roma si riparte con la prima domenica con ingresso gratuito

Tutti, previa prenotazione obbligatoria allo 060608, potranno accedere gratuitamente nei Musei Civici, di nuovo aperti al pubblico dopo il lungo periodo di chiusura dovuto all'emergenza sanitaria. Aperte nuovamente anche le aree archeologiche dei Fori Imperiali (ingresso dalla Colonna Traiana e uscita dal Foro di Cesare su via dei Fori Imperiali) dalle 8.30 alle 19.15 (ultimo ingresso 18.15) e del Circo Massimo (a esclusione di Circo Maximo Experience) dalle 9.30 alle 19 (ultimo ingresso 18).

A Napoli Capodimonte riapre il 9/6, prorogate due mostre

Dopo la riapertura del Real Bosco con un nuovo regolamento che prevede obbligo di mascherina e percorsi differenziati per chi passeggia (colore verde), chi va in bici (arancione) e chi corre (azzurro), il sito monumentale di Capodimonte a Napoli si prepara anche alla riapertura del museo martedì 9 giugno prossimo. Visita con obbligo di mascherina e ingresso contingentato con obbligo di prenotazione e acquisto on line sul sito www.coopculture.it e tramite l'app Capodimonte di Coopculture che servirà anche per ascoltare le musiche della mostra 'Napoli Napoli, di lava, porcellana e musica'. Il visitatore, giunto al museo, sarà sottoposto alla misurazione della temperatura e guidato da percorsi che gli eviteranno di incrociare chi è in uscita.

Sospeso precauzionalmente l'uso delle audioguide, del guardaroba e del bookshop, ma in biglietteria sarà possibile acquistare i cataloghi delle mostre in corso, entrambe prorogate e la guida alle collezioni del museo. Soluzioni igienizzanti nei bagni, agli ascensori e lungo il percorso di visita.

Milano, presentata Triennale Estate: un palinsesto in giardino

Dopo la riapertura al pubblico del 4 giugno, dal 15 giugno Triennale Milano presenta Triennale Estate, una nuova manifestazione che si svolgerà nel giardino del museo, recentemente intitolato a Giancarlo De Carlo. Un progetto rivolto a tutta la città, per tornare a vivere la cultura insieme.

Quattro mesi di programmazione, un ricco calendario di incontri, proiezioni, lecture, cabaret, eventi live, festival, laboratori per bambini. Il calendario di Triennale Estate riunisce format e attività curate dal Comitato Scientifico di Triennale Milano e dai curatori del Public Program e altre sviluppate in stretto dialogo con organizzazioni culturali milanesi, come AriAnteo, Amici della Triennale, Fondazione Maimeri, I Ludosofici e Dynamo Camp. L'inaugurazione di Triennale Estate sarà lunedì 15 giugno.

A Torino Oltre 5mila ingressi in una settimana

Oltre 5mila ingressi e 477 tessere vendute in una settimana. Sono più che positivi i numeri della ripartenza di Abbonamento Musei Torino. Sul podio dei musei piemontesi più visitati la Reggia di Venaria, con Camera e Palazzo Madama. Seguono la Sacra di San Michele, il Castello di Rivoli, la Basilica di Superga, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, la Pinacoteca Albertina di Torino, il Castello di Miradolo e infine il Forte di Fenestrelle.