ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il tedesco con il furgone giallo, un nuovo sospetto del caso Maddie Mccann

euronews_icons_loading
CREDIT "AFP PHOTO / METROPOLITAN POLICE "
CREDIT "AFP PHOTO / METROPOLITAN POLICE "   -   Diritti d'autore  HANDOUT/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

C'è un nuovo sospetto nel caso di Madeleine McCann, la bimba britannica sparita il 3 maggio 2007 in Portogallo dalla camera dove dormiva coi fratellini, mentre i genitori cenavano al ristorante del residence.

Si tratta di un uomo attualmente in prigione in Germania per altri reati, che all'epoca dei fatti viveva in Portogallo. Ha 43 anni, il nome non è stato reso noto da Scotland Yard , è già stato condannato per una serie di reati fra cui abusi su minori, furti in appartamenti di vacanza e in hotel e per traffico di droga.

Kate e Gerry McCann, i genitori di Maddie, hanno detto "Qualunque sia la verità, dobbiamo conoscerla per ritrovare la pace". Madeleine avrebbe oggi 17 anni.

La polizia ha descritto il sospetto come un uomo dai "capelli biondo chiaro, corti", "alto circa 1 metro e 80 con una corporatura snella".

Hanno anche fornito informazioni riguardanti un "camper VW T3 Westfalia T3 registrato in Portogallo", che si ritiene il sospetto abbia usato dentro e intorno al resort Praia da Luz al momento della scomparsa di McCann.

"Crediamo che abbia vissuto in questo furgone per giorni, forse settimane, e che possa averlo usato il 3 maggio 2007", ha detto la polizia.

Anche un secondo veicolo - "una Jaguar britannica del 1993, modello XJR 6, con targa tedesca" - è stato identificato dalla polizia nella zona di Praia da Luz nel 2006 e nel 2007. Era stato registrato a nome del sospetto in Germania.

"Il 4 maggio 2007, il giorno dopo la scomparsa di Madeleine, l'auto è stata nuovamente registrata a nome di qualcun altro in Germania", ha aggiunto la polizia.

Il sospetto, attualmente in prigione in Germania, aveva 30 anni al momento della scomparsa della bimba e ha vissuto discontinuamente in Algarve tra il 1995 e il 2007.

La Polizia criminale federale tedesca ha segnalato che, in quel periodo, l'uomo aveva diversi lavori occasionali e "si guadagnava da vivere anche commettendo reati penali, come furti con scasso in complessi alberghieri e appartamenti per vacanze, e traffico di stupefacenti".

Madeleine McCann è scomparsa a pochi giorni dal suo quarto compleanno.

"Sono passati più di 13 anni da quando Madeleine è scomparsa e nessuno di noi può immaginare come dev'essere per la sua famiglia, non sapendo cosa sia successo o dove si trovi", ha detto l'ispettore capo Mark Cranwell, che guida l'operazione Grange della polizia britannica.

Le autorità britanniche, tedesche e portoghesi hanno pubblicato mercoledì un nuovo appello congiunto a chiunque abbia informazioni che possano aiutare a risolvere definitivamente il caso.

In particolare sono sotto la lente degli investigatori due numeri di telefono, +351 912 730 680 e +351 916 510 683, che si sono chiamati il 3 maggio 2007. La chiamata è stata registrata proprio nella zona e nelle ore della scomparsa della piccola McCann. Il primo numero di telefono era utilizzato dal sospetto tedesco in quei giorni.

La svolta nelle indagini è arrivata dopo una soffiata nel 2017. "Dopo il decimo anniversario della scomparsa, il Met ha ricevuto informazioni su un uomo tedesco che era noto per essere stato a Praia da Luz e dintorni", ha detto Cranwell.

In Germania, la polizia sta indagando sul caso McCann come omicidio; nel Regno Unito, la polizia metropolitana continua a trattarne la scomparsa come una "indagine su persone scomparse".

I genitori della ragazza, Kate e Gerry McCann, hanno detto di non volere altro che "consegnare i responsabili alla giustizia".

"Non rinunceremo mai alla speranza di trovare Madeleine viva".i.