Silvia Romano: parroco,valuterà su Islam

Silvia Romano: parroco,valuterà su Islam
A 'Famiglia Cristiana', non so se conversione sia stata forzata
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 11 MAG - "Ho grande rispetto per la scelta di Silvia Romano e non mi permetto di giudicarla. Trascorrere 18 mesi di prigionia è qualcosa che non possiamo neanche immaginare. Se, a mente fredda, quando si sarà placato il clamore di questi giorni, lei reputa che l'Islam sia la risposta corretta per la sua esistenza, io sono solo contento". E' la testimonianza - raccolta da Antonio Sanfrancesco di Famiglia Cristiana - di don Enrico Parazzoli. Il parroco di Santa Maria Bianca della Misericordia - la parrocchia dove abita la famiglia di Silvia Romano - osserva che "però, deve fare i conti, nel suo intimo, con il suo essere donna, occidentale e persona adulta". La conversione - è stato chiesto al parroco - potrebbe essere stata forzata? "Non lo so. Il concetto di conversione nella cultura islamica è molto diverso rispetto a quella cristiana. Nell'Islam, la conversione riguarda un orientamento a un sistema di norme, precetti e regolamenti che servono a vivere meglio".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il nuovo patto Ue per la migrazione "inaugurerà un'era mortale di sorveglianza digitale"

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale