ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: proteste in tutta Europa contro il lockdown

euronews_icons_loading
Coronavirus: proteste in tutta Europa contro il lockdown
Diritti d'autore  THOMAS KIENZLE/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Per celebrare la Giornata dell'Europa, ma soprattutto per far sentire la propria voce, diversi sindaci francesi e tedeschi si sono mobilitati insieme sabato, alla frontiera di Lembach. Hanno rimosso le barriere che, durante la crisi sanitaria, hanno impedito di attraversare il confine. "Non vogliamo mai più vedere una barriera tra i due territori", ha detto il sindaco della cittadina alsaziana, Charles Schlosser.

Il primo cittadino capisce le misure imposte dalla crisi sanitaria, ma si rifiuta di dimenticare la storia europea, che aiuta a scrivere giorno dopo giorno. Nel suo comune, questo 9 maggio ha assunto il significato di una battaglia, contro la chiusura delle frontiere. "Le barriere che sono state installate hanno un forte impatto sui lavoratori frontalieri", ha detto. "Avevamo detto che lo spazio Schengen è uno spazio aperto ed ecco cosa ne facciamo. Questo non è umanamente accettabile".

Manifestazioni anche in altre parti d'Europa

Nella stessa giornata, a Stoccarda oltre 10.000 persone sono scese in piazza, per protestare di fatto contro il lockdown. Una manifestazione per il "Pensiero laterale" dell’imprenditore Michael Ballweg, indetta contro le restrizioni dei diritti costituzionali, imposte durante la battaglia contro il coronavirus.

"Dobbiamo alzare la voce per dimostrare che non siamo degli estranei, degli 'ecologisti', degli hippy o degli estremisti di destra", spiega un manifestante. "Queste sono persone normali che si assumono le proprie responsabilità e che sono sempre stati cittadini emancipati".

Manifestazioni questo sabato anche in altri Paesi, come in Svizzera, dove la popolazione si è radunata a Berna, Zurigo, Basilea e San Gallo. Proteste contro le restrizioni imposte alla libertà individuale. Nella capitale, le forze dell'ordine sono scese in campo per disperdere le diverse centinaia di dimostranti, dato che tra loro vi erano molti anziani, famiglie e bambini e che il corteo non aveva ricevuto il via libera delle autorità. L’"Ordinanza 2 COVID-19" del Consiglio federale elvetico, infatti, vieta riunioni di più di cinque persone.

A Varsavia, in Polonia, la polizia ha arrestato 38 imprenditori, durante una protesta sempre contro il lockdown per la crisi sanitaria. I manifestanti hanno raggiunto la capitale da tutto il Paese hanno chiedendo, tra le altre cose, di eliminare le restrizioni introdotte e di ricevere aiuti più concreti per le piccole imprese.

AP Photo/Czarek Sokolowski
La polizia arresta un partecipante a una protesta dei piccoli imprenditori contro il lockdown, a Varsavia. 09/05/20AP Photo/Czarek Sokolowski