ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid 19, Conte al Senato: "Riaperture progressive e nuove risorse"

euronews_icons_loading
Covid 19, Conte al Senato: "Riaperture progressive e nuove risorse"
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier Giuseppe Conte inaugura il capitolo ripartenza, ma in maniera cauta non indica per adesso nessuna data per la fine della serrata.
I dettagli sono affidati a un team di esperti in materia economico sociale, al lavoro in collaborazione con il comitato scientifico.

Ha detto Conte nella sua informativa al Senato: "Con l'aiuto di questi esperti stiamo elaborando un programma di aperture progressive, omogenee su base nazionale, che ci permetterà di riaprire gran parte delle attività produttive e commerciali, mantenendo però sempre sotto controllo la curva di contagio".
Il numero di vittime in Italia per Covid 19 ha raggiunto le 24.648 unità: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 534 decessi, un dato superiore a quello delle ultime 72 ore, in un giorno in cui il numero di casi positivi in corso è diminuito di 528 unità.

Con il crollo del Pil stimato al 15% nei primi sei mesi dell'anno, la stampella a sostegno dell'economia italiana assume però i caratteri dell'urgenza: Conte ha quindi annunciato nuove spese in deficit , pari a 50 miliardi, per finanziare le misure del decreto atteso a fine mese.

"Non accetteremo un compromesso al ribasso neanche in Europa", ha detto il premier.
La partita si sposta ora sul tavolo del vertice europeo del 23 aprile. L'Italia non rappresenta una posizione isolata: un gruppo di 8 paesi porta avanti la proposta di una nuova linea di credito "pandemic crisis support" per spese sanitarie e di prevenzione, senza condizionalità macroeconomiche e specifiche.
Si rafforza l'asse con la Francia sul recovery fund, e cioè per l'istituzione sin dal primo pacchetto di misure di un fondo temporaneo ed eccezionale di solidarietà espressamente concepito per emettere obbligazioni a lungo termine.