EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Praga: Ivan Konev finisce al museo, furiosi i nostalgici dei soviet

April 3, 2020 in Prague
April 3, 2020 in Prague Diritti d'autore MICHAL CIZEK/AFP or licensors
Diritti d'autore MICHAL CIZEK/AFP or licensors
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Rimossa la statua del generale sovietico: figura organica al regime, liberatore di Praga dall'occupazione nazista ma anche invasore nell'Ungheria nel '56. Le ire del presidente ceco Zeman (filorusso)

PUBBLICITÀ

Chi era Ivan Stepanovič Konev? Era un leggendario comandante dell'armata rossa protagonista, tra l'altro, della liberazione di Praga dall'occupazione nazista; guidò però anche l'invasione dell'Ungheria nel 1956. La sua figura si stagliava nella capitale boema sotto forma di statua. Ma l'effige del militare questo venerdì è stata rimossa "Figura controversa, meglio sostituirlo con un generico monumento alla liberazione di Praga", il pensero delle autorità municipali. Ma la mossa ha fatto infuriare l'ambasciata russa e anche il presidente ceco, il filorusso Milos Zeman che se l'e presa col municipio: "Avete approfittato dello stato d'emergenza coronavirus per rimuoverlo", ha tuonato. Su tutte le ire anche il partito comunista. Il leader del Partito comunista di Boemia e Moravia (Kscm), Vojtech Filip, ha definito la rimozione "scellerata".

Cimelio per nostalgici o semplicemente Storia, Konev è finito nel museo del XX secolo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La cultura non si arrende: riapre il Museo d'Israele a Gerusalemme

Fosse Ardeatine, 80 anni dall'eccidio nazista: cerimonia a Roma con il presidente Sergio Mattarella

Germania, aumento degli atti di vandalismo antisemita. Il direttore di Buchenwald: "Colpa dell'Afd"