ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'America Latina e l'ondata di Covid 19

euronews_icons_loading
L'America Latina e l'ondata di Covid 19
Diritti d'autore  Esteban Felix/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo brasiliano chiede al Congresso di approvare la dichiarazione di stato di calamità pubblica fino alla fine dell'anno a causa dell'epidemia di coronavirus. Emergenza nello stato di Rio e città di San Paolo. Il ministero della Sanità ha confermato il primo decesso da covid 19: un uomo di 62 anni affetto da alltre gravi patologie. Secondo i dati ufficiali sono 234 i casi di contagio.
Dice David Uip, Coordinatore del Centro di Contingenza Covid-19 di San Paolo: "Consideriamo che il primo giorno della pandemia di San Paolo sia stato venerdì, quando la città ha registrato il primo caso di trasmissione comunitaria. È stato allora che abbiamo iniziato a contare. E sicuramente abbiamo molti altri casi non accertati".

Anche il Messico adotta misure di prevenzione. anche se non restrittive: il Paese ha chiuso le scuole e moltiplicato i test almeno per controllare la temperatura ai cittadini. Non vengono esclusi provvedimenti più drastici, sulla base delle parole di Hugo Lopez-Gatell, sottosegretario alla Sanità. Il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador invita alla calma: "Siamo ancora alla prima fase e ci stiamo preparando per la seconda , ma non possiamo andare avanti ora, dobbiamo agire con calma".

Aumentano i casi di coronavirus in Venezuela e il presidente Nicolás Maduro ha annunciato l'isolamento in sette regioni del Paese, inclusa la capitale Caracas: tutti i movimenti sono limitati per cercare di contenere la diffusione del virus. Il governo cileno di Sebastian Pinera prevede 40.000 contagi da coronavirus entro il primo aprile. Lo ha dichiarato il ministro della Sanità, Jaime Manalich, dopo aver annunciato il passaggio dell'epidemia alla "fase 4" di diffusione esponenziale, analoga a quella che attraversano Italia e Spagna. "Si tratta di una proiezione possibile, nella media, noi ci stiamo preparando per affrontare uno scenario anche peggiore".