ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus, l'Europa si prepara a "fare come l'Italia"

euronews_icons_loading
APTOPIX Germany Virus Outbreak
APTOPIX Germany Virus Outbreak   -   Diritti d'autore  Jean-Francois Badias/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Una buona notizia dovrà pure esserci nei tempi bui della reclusione in casa e della paura del coronavirus: oggi viene dalla Cina dove i nuovi contagi questa domenica sono stati solo 16. Il testimone del dramma continua ad essere in mano all'Italia, secondo Paese più colpito, conta il 30 % delle morti mondiali da coronavirus. La Lombardia è al centro di un dramma e di uno sforzo enormi, 40 sono i pazienti spostati verso i reparti di terapia intensiva di altre regioni; Roma è deserta, così come Madrid.

Attesa per il discorso in tv del presidente Macron

Spagna e Francia hanno fermato i loro cittadini e tutte le attività non essenziali sabato senza però introdurre sanzioni per chi esce senza motivo. Una stretta ulteriore in Francia è attesa ad ore, annunciata da un discorso di Macron alle 20, si parla di coprifuoco e mobilitazione dell'esercito per controllare i cittadini, dopo che domenica in tanti si sono ammassati nei parchi come niente fosse.

Germania chiude le frontiere con Austria, Svizzera e Francia

Il fatto che domenica si siano tenute le elezioni municipali secondo alcuni avrebbe smorzato la percezione del rischio. Ma il contagio galoppa esponenzialmente anche in Germania che con oltre 5000 casi ha chiuso da oggi le frontiere con Austria, Svizzera e Francia. E negli Stati Uniti: da oggi scuole chiuse a New York dove tutti i locali sono fermi così come a Los Angeles. D'altronde negli Stati Uniti i casi sono raddoppiati in 24 ore diventando oltre 2800.