Siria: uccisi cinque soldati turchi, rappresaglia di Ankara contro le forze di Assad

Siria: uccisi cinque soldati turchi, rappresaglia di Ankara contro le forze di Assad
Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sono più di 700mila gli sfollati da quando è cominciata l'offensiva russo-siriana contro gli ultimi bastioni dei ribelli nel nord del Paese

PUBBLICITÀ

Cinque soldati turchi sono morti in un attacco condotto dalle forze del regime di Bashar al-Assad contro un posto di osservazione della Turchia nella provincia di Idlib, nel nordovest della Siria.

Immediata la reazione di Ankara. Stando ad una nota del ministero della Difesa, l'esercito turco avrebbe "neutralizzato" - vale a dire ucciso o ferito - circa 100 membri delle forze di Assad.

Nel raid sarebbe stato colpito anche un elicottero e distrutti almeno 3 carri armati e 2 lanciarazzi.

"La Turchia ha risposto rapidamente al regime di Assad secondo le regole di ingaggio e di legittima autodifesa", si legge nel comunicato.

Stando all'Onu sono quasi 700mila gli sfollati dall'inizio dell'offensiva condotta dalle forze di Assad, con l'ausilio di quelle russe, contro gli ultimi bastioni dei ribelli nel nord della Siria.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'ordine della Corte internazionale di giustizia alla Siria: azioni concrete contro la tortura

La Francia emette un mandato d'arresto per Bashar al Assad: in Siria armi chimiche sui civili

Gaza-Israele, Iran e Turchia premono per un cessate il fuoco immediato