ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La gioia dei brexiteers

euronews_icons_loading
La gioia dei brexiteers
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Nulla di meglio di una cornamusa per festeggiare l'uscita dall'Unione Europea. Gli euroscettici inglesi celebrano così una vittoria dopo 3 anni e mezzo di lotte. Perché sanno che è il loro momento.

Così una deputata pro Brexit: "Certo che i nostri eurodeputati sono contenti, siamo anche profondamente sollevati. Abbiamo temuto che questo giorno non arrivasse, ma è arrivato e ora saremo finalmente liberi".

Allo stesso tempo però, anche la neo-presidente della commissione europea, ha voluto mostrare forza e determinazione nel suo discorso e ha voluto avvertire Londra: "Il Regno Unito sarà d'ora in poi uno stato terzo e solo quei paesi terzi che rispettano le regole saranno chiamati a partecipare al mercato comune ed a goderne dei benefici. Non siamo né pessimisti, né ottimisti. Siamo soltanto deternminati".

E adesso inizia un nuovo corso per per negoziare nuove relazioni fra Unione europea e Regno Unito.

Gli esperti sono cautamente ottimisti. Così Helena Ralus della UK Law Societies: "È possibile raggiungere un accordo entro un anno e dovrà essere basasto su quelli già esistenti, ad esempio con il Giappone, che è stato l'ultimo sottoscritto. Questo però lascia molto poco tempo per le previsioni ambiziose se si auspica davvero una profonda cooperazione con l'Unione Europea".