ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Airbus e l'accordo con USA, Gran Bretagna e Francia

euronews_icons_loading
Airbus e l'accordo con USA, Gran Bretagna e Francia
Diritti d'autore
AP Photo/Francois Mori
Dimensioni di testo Aa Aa

Il gruppo aeronautico europeo Airbus annuncia di aver raggiunto un principio di accordo con le autorità di Francia, Regno Unito e Stati Uniti in relazione alle indagini contro la compagnia per sospetti di tangenti e corruzione.

Non specificati i termini dell'accordo

Airbus non specifica i termini dell'accordo, anche se si stima che il gigante aeronautico europeo potrebbe dover pagare multe miliardarie. L'intera faccenda risale al 2014 e si riferisce a una serie di omissioni e inesattezze relative all'identificazione e al ruolo di alcuni intermediari intervenuti a nome di Airbus per assicurarsi contratti civili e militari. Sebbene questo principio di accordo esista già, aggiunge Airbus, qualsiasi impegno deve essere approvato dai tribunali dei tre paesi e dal regolatore degli Stati Uniti.

Niente più consulenti

La linea di fondo è che, dopo aver ricevuto crediti all'esportazione da agenzie governative in Europa, l'aeronautica doveva menzionare gli intermediari coinvolti nei loro contratti e se non lo avessero fatto, sarebbero stati esposti a procedimenti penali. Airbus ha deciso di sospendere l'uso di questi consulenti e ha avviato un'operazione di trasparenza per cercare un'uscita negoziata con le autorità dei paesi per evitare una condanna.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.