ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Malta: il Parlamento europeo fa pressioni su Muscat

Malta: il Parlamento europeo fa pressioni su Muscat
Diritti d'autore
ASSOCIATED PRESS
Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro maltese Joseph Muscat è riuscito a metter d'accordo il Parlamento europeo.

Martedi gli eurodeputati di tutto lo spettro politico gli hanno lanciato un messaggio comune: dimissioni subito.

"Se il suo ufficio, l'ufficio del Primo Ministro è stato coinvolto in un omicidio, cos'altro ancora non sappiamo? Deve dimettersi", commenta Esteban Gonzalez Pons, del Partito popolare europeo.

Joseph Muscat, salito al potere nel 2013 a soli 39 anni, ha detto che si farà da parte ma solo alla fine di gennaio. Un messaggio che non è andato giù ai cittadini maltesi, che collegano il premier all'omicidio della giornalista investigativa Daphne Caruana Galizia.

Assente in aula Joseph Muscat, lo difendono i suoi colleghi membri del partito socialista. Miriam Dali ribadisce che il governo socialista aveva promesso di attuare riforme in materia di stato di diritto.

"Sono qui per parlare a favore di un Paese che ha dimostrato di ascoltare, che è aperto alle raccomandazioni e per rispondere a coloro che ritengono conveniente danneggiare Malta e la sua gente".

Gli eurodeputati voteranno una risoluzione mercoledì, chiedendo alla Commissione europea di avviare un dialogo sullo stato di diritto con il governo maltese.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.