EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Parola d'ordine in Albania: solidarietà internazionale

Parola d'ordine in Albania: solidarietà internazionale
Diritti d'autore 
Di Cristiano Tassinari
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Molti paesi europei hanno inviato in Albania personale specializzato, unità cinofile e attrezzature moderne. Anche l'Italia ha inviato 200 uomini per aiutare le ricerche dei sopravvissuti al terremoto che ha devastato il paese delle due Aquile.

PUBBLICITÀ

DURAZZO (ALBANIA) - La solidarietà internazionale prova ad alleviare le sofferenze dell'Albania, dopo il terremoto di martedi che ha sconvolto il paese delle due Aquile.

La squadra di soccorso croata usa i cani per cercare sopravvissuti sotto le macerie a Durazzo.

Grande impegno anche da parte dei soccorritori greci a Thumane. 
Sono 26 membri dell’E.M.A.K., la Protezione Civile di Atene,
Hanno salvato un uomo di 24 anni, intrappolato sotto tonnellate di detriti.

La squadra di soccorso greca gli ha dato una maschera di ossigeno per aiutarlo a respirare e ha cominciato ad estrarlo dal piccolo spazio tra le rovine della città.

In totale le squadre di soccorso greche hanno salvato due persone (l'uomo e una donna a Thumane).

Le operazioni di soccorso continuano senza sosta.

Solidarietà italiana (e non solo)

Operazioni di ricerca anche da parte dei Vigili del Fuoco italiani, tramite l'installazione di un sistema di telecamere per ritrovare le persone sotto le macerie,

Anche Francia, Romania, Turchia, Croazia, Montenegro, Kosovo e Serbia hanno inviato in Albania personale specializzato, unità cinofile e attrezzature moderne per la ricerca, la localizzazione e il salvataggio dei sopravvissuti.

A Kenët, periferia di Durazzo, si concentrano soccorritori croati, rumeni, albanesi e italiani: il parcheggio della sede della Croce Rossa è affollato di unità cinofile di varie nazioni. 

In città sono impegnati circa 200 volontari italiani, tra cui 160 pompieri italiani, con 60 mezzi, due team Usar della Toscana e del Lazio. Da Fano, nelle Marche, sono arrivati i volontari dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco; e da Roma, una squadra della Protezione civile. 

Si sono mobilitate le forze di polizia di molti paesi europei.

Euronews spiega...con un video

Sono circa 200 i volontari italiani arrivati in Albania. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Post terremoto: le falle dell'edilizia albanese

Terremoto Albania, gli aiuti per gli sfollati

Albania: sale ad almeno 47 vittime il bilancio del sisma