ULTIM'ORA

Il ritorno di Jürgen Klinsmann: per rilanciare l'Herta Berlino

Presentazione ufficiale all'Herta Berlino per Klinsmann. La frase in tedesco significa: "Il futuro appartiene a Berlino".
Presentazione ufficiale all'Herta Berlino per Klinsmann. La frase in tedesco significa: "Il futuro appartiene a Berlino". -
Diritti d'autore
REUTERS/Hannibal Hanschke
Dimensioni di testo Aa Aa

BERLINO (GERMANIA) - Jürgen Klinsmann ritorna.
L'ex attaccante dell'Inter ed ex Commissario Tecnico della Germania è da oggi il nuovo allenatore dell'Herta Berlino.

Prende il posto di Ante Covic, esonerato dopo la pesante sconfitta contro l'Augsburg (e prima ancora nel derby contro l'Union Berlin), che ha relegato la squadra al quart'ultimo posto in Bundesliga.

Klinsmann ha firmato un contratto fino al termine della stagione.
Nella sua carriera da allenatore, non ha ottenuto finora grandi risultati: semifinale Mondiale 2006 (battuto 2-0 dall'Italia), poi tecnico del Bayern (esonerato per le sue idee...troppo moderne: anche a livello organizzativo del club, erano previste persino sedute di yoga per giocatori e dirigenti!) e, infine, dal 2011 al 2016 Commissario Tecnico degli Stati Uniti, paese in cui vive da parecchi anni (in California).

Da calciatore, Klinsmann ha giocato (e segnato) con le maglie di Stoccarda, Inter, Monaco, Tottenham, Bayern e Sampdoria.
Con la "Mannschaft" ha collezionato 108 presenze e 47 gol.

L'Herta Berlino è uno storico club tedesco, ma i suoi unici scudetti li ha vinti nel 1930 e 1931.

Klinsmann debutterà sabato pomeriggio all'Olympiastadion di Berlino contro il Borussia Dortmund.

REUTERS/Wolfgang Rattay
Klinsmann in versione giornalista intervista il suo ex assistente: Joachim Löw.REUTERS/Wolfgang Rattay
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.