ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Stati Uniti: Bloomberg si candida alle primarie e sfida Trump

euronews_icons_loading
Stati Uniti: Bloomberg si candida alle primarie e sfida Trump
Dimensioni di testo Aa Aa

Michael Bloomberg parteciperà alle primarie dei Democratici da cui uscirà lo sfidante di Donald Trump alle presidenziali del prossimo anno. Se ne parlava da tempo e oggi è arrivata la conferma ufficiale.

L'ex sindaco di New York - nonché ex membro del partito Repubblicano - lo ha annunciato in un video pubblicato sul sito della sua campagna elettorale.

"Correrò per sconfiggere Donald Trump e ricostruire l'America - ha detto il settantasettenne Bloomberg -. Se Trump vincesse un altro mandato, potremmo non riprenderci più dal danno".

La sua candidatura era data per certa da venerdì, quando si è diffusa la notizia che Bloomberg aveva già comprato 30 milioni di dollari di spazi pubblicitari televisivi per la prossima settimana.

Bloomerg è il 18esimo candidato a scendere in campo tra i Democratici. La sua candidatura - e soprattutto i milioni di dollari investiti nella campagna elettorale - hanno fatto storcere il naso agli altri candidati.

Tra i più critici il sentatore Bernie Sanders, che ancora prima dell'ufficializzazione si era detto "disgustato all'idea che Michael Bloomberg o altri miliardari pensino di poter aggirare le regole del processo politico spendendo decine di milioni per comprare le elezioni".

Secondo Forbes l'ex primo cittadino di New York, originario di Boston, è all'ottavo posto nella classifica degli uomini più ricchi d'America, con un patrimonio stimato in oltre 50 miliardi di dollari. Stando al suo entourage Bloomberg non accetterà donazioni nella sua corsa per la Casa Bianca.