ULTIM'ORA

Ciclismo: addio a Raymond Poulidor, il campione francese senza maglia gialla

Ciclismo: addio a Raymond Poulidor, il campione francese senza maglia gialla
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Non le micidiali rampe del Puy de Dôme alle quali si è arreso per soli 55 secondi dietro ad Anquetil nel '65, Raymond Poulidor ha tagliato un traguardo dal quale non si torna. Pou-Pou, come veniva affettuosamente chiamato il ciclista francese da cronisti e tifosi, ha chiuso in volata all'età di 83 anni una vita intensa e una carriera sportiva a cui è mancata solo la Grande Boucle.

"Raymond ha avuto una grande carriera, una carriera molto lunga: 18 anni da professionista, 14 Tour de France, il ciclista con il maggior numero di podi nel tour - l'ha ricordato Christian Prudhomme, direttore del Tour - era una delle leggende del tour perché era il simbolo della gloria senza maglia gialla. La famosa maglia gialla che aveva sognato ma che non era mai riuscito a conquistare. Questo è anche ciò che lo ha reso una leggenda, proprio il fatto di non essere riuscito a indossarla".

Ricordato non per le vittorie, che sono state tante, ma per i piazzamenti: è stato il destino di un grande atleta, qual era Poulidor, "l'eterno secondo", sul podio del Tour de France otto volte dal 1962 al 1976, una Vuelta, una Milano Sanremo e una Freccia Vallone.

Se fosse epica sarebbe Ettore contro Achille, l'eroe coraggioso e sfortunato, questo rappresentava Poludor che i tifosi amavano per la sua eleganza. "Raymond Poulidor non c'è più. Le sue gesta, la sua eleganza, il suo coraggio rimarranno impressi nei nostri ricordi. "Poupou", per sempre una maglia gialla nel cuore dei francesi", così l'ha salutato il presidente francese Macron sui social.

Merckx ha detto che il mondo del ciclismo ha perso "un monumento, un'icona. Non si può immaginare quanto fosse amato in Francia - ha aggiunto - la Francia amava il suo fascino. Raramente ho incontrato una persona così affascinante".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.